La Tana della Lupa: con la juve è sempre rivincita

La Roma fa fuori la Juve dalla Coppa Italia. Partita perfetta. Stadio Olimpico pieno e innamorato. Grazie Roma.

Non era un rivincita? La verità è che ogni partita contro la Juventus è una rivincita. Quella contro la squadra più detestata (molto più della Lazio), più forte e più potente.

La Tana della Lupa ha posticipato la sua uscita del lunedì (dopo la vittoria col Livorno) per raccontare questa impresa. E ha fatto bene.

IMG_7465

La Roma di Garcia poi ha solo tutto da perdere in questa serata. Scende in campo per vincere e fa la partita, nel suo stadio stracolmo. Il nostro mister non teme di fare la stessa fine di Torino, perché ripropone più o meno lo stessa schema.

Senza il centroavanti di ruolo (Destro), con la formazione base (con Torosidis al posto di Dodò e Nainggolan per Pjanic). Crede nella sua Roma che domina ancora una volta il match ma resta sterile in fase conclusiva.

L'ansia di essere sgambettati cresce, e ad inizio ripresa un cross ampiamente uscito potrebbe punire le nostre speranze. Per fortuna il guardalinee è un persona seria ed alza la bandierina.

La mossa che spacca la partita è l'ingresso di Pjanic che produce il contropiede del vantaggio. Splendido Torosidis dal fondo, killer bomber finalmente Gervinho che ficca il gol più difficile fra quelli che spreca.

La Roma resta ordinata e concentrata per tutta la partita. Conte (che comunque piazza Pirlo e Vidal dal primo minuto) corre ai ripari buttando dentro Tevez ma De Rossi davanti ad una difesa magistrale lo rispediscono al mittente.

Finisce col trionfo strameritato di una Roma bella e concreta. Con i cori liberatori dei tifosi che cantano "la società". E' una rivincita? Sì, ma solo una delle tante che vogliamo.

voti e pagelle

De Sanctis 6 Poco impegnato. Si complica la vita in qualche ripartenza veloce con i suoi difensori.

Maicon 8 Decisamente il migliore. Una spina nel fianco della Juve. Sale con classe e prepotenza. Molto più dei nostri attaccanti. Quando si accentra crea scompiglio, forse esagera nell'ultimo tocco. Ma quanti palloni splendidi non raccolti lì davanti.

Benatia 7 E' lui che dirige la difesa. Sovrasta tutto e tutti. Rischia qualcosa perché Tagliavento lo punisce in maniera folle su Giovinco. Poi non sbaglia più nulla.

Castan 6,5 Grande contenimento rispetto al solito. Gara accorta, paziente, con qualche occasione e tanta presenza.

Torosidis 7,5 Gara quasi perfetta. Si fa sempre vedere, si sgancia e torna con il veleno. Tanti cross, qualche conclusione. Alla fine spazza alla Tempestilli. Apoteosi greca.

De Rossi 7,5 Sontuoso. Non perde mai la lucidità. Soprattutto nel finale. Testa alta, visione di gioco. Grande tempismo in interdizione. Ci tiene tantissimo.

Strootman 7,5 Meno brillante del solito perché incastrato nel muro bianconero. Ma è difficile portargli via il pallone, mentre è facile che sia lui a recuperarlo. Poi si sgancia nel contropiede fatale e misura i passi per prendere quel pallone di Pjanic sulla linea e offrirlo a Gervinho. Splendido.

Nainggolan 7,5 Grandissima prova per personalità e sicurezza. Non spreca un pallone, ringhia su tutti. Tiene palla con classe. Prova un tiro ma chiede anche scusa.

Florenzi 6,5 Con Gervinho, con cui incrocia spesso, fatica molto nel primo tempo a trovare spazi. Quando ha qualche metro ci prova. Ma mira e fortuna non lo baciano. Esce per Pjanic 7,5 E' lui che spacca la partita. Al primo pallone buono offre un saggio della sua classe e innesca l'azione del gol. Poi spreca il raddoppio, ma alla fine fa salire la squadra con coraggio e determinazione.

Totti 6 Il capitano soffre la doppia, tripla marcatura che lo circonda. Sbaglia molto. Ma è l'unico che prova il tiro con effetti potenzialmente devastanti. Quando esce ci fa guadagnare un paio di minuti. E nessuno osi dire nulla. Esce per Ljajic 6 Entra per tenere palloni che scottano e alzare l'attacco, fa il suo dovere.

Gervinho 7 Garcia lo conosce. Lo lascia in campo anche se sembra veramente fuori forma. Nel primo tempo sbaglia praticamente tutto (tranne un duetto con Florenzi meraviglioso). Nella ripresa cresce, e poi.. poi fa un movimento da bomber purissimo. Da rivedere e rivedere. E si tuffa nella Sud.

Garcia 8 E' stata la tua rivincita. Partita studiata e vinta con pazienza e immensa concentrazione: "Personalità" come sottolinei a fine gara. Veramente tanta.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: