La lupa di Roma vive al Bioparco: con Scialla e Pasqualino sopravvissuti all'uomo

Scialla e Pasqualino, due lupi italiani sopravvissuti all'uomo, i primi due adottati dal Bioparco di Roma.

Scialla e Pasqualino - Lupi italiani al Bioparco di Roma

La lupa di Roma ha attraversato i secoli tenendosi in perfetto equilibrio tra leggenda, mito, arte scultorea, icona a fondazione della città, simbolo dell'Erbe e della sua squadra di calcio.

Possiamo dire tranquillamente che nella capitale l'amore per la lupa è uno dei più radicati e persistenti. Un amore che si estende a questo splendido esemplare adottato dal Bioparco. O meglio, alla coppia di lupi italiani che ora vivono a Roma.

Scialla e Pasqualino - Lupi italiani al Bioparco di Roma

Scialla, con un nome che richiama l'oriente e i saluti della 'mitologia urbana' (stai sereno), è la lupa di tre anni sopravvissuta ad una trappola per cinghiali, che arriva dal centro di recupero fauna selvatica del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

ITALY-LIFESTYLE-ANIMAL-WOLF

Un bellissimo esemplare di lupa che fa coppia con Pasqualino, il maschio di circa 11 anni, più scuro e malridotto, investito da una macchina in Toscana, avvelenato, e soccorso nella riserva del corpo forestale dello Stato di Popoli (Pescara).

Scialla e Pasqualino - Lupi italiani al Bioparco di Roma

Due superstiti dell'homo ominus lupus' (letteralmente "l'uomo è un lupo per l'uomo") che dominano a passi incerti e zoppicanti la selva dei lupi di 1.600 metri quadrati, vicino alla grande voliera.

Scialla e Pasqualino - Lupi italiani al Bioparco di Roma

Scialla e Pasqualino - Lupi italiani al Bioparco di Roma

Il meglio al quale purtroppo ormai possono aspirare i loro corpi straziati e claudicanti.

Scialla e Pasqualino - Lupi italiani al Bioparco di Roma

Scialla e Pasqualino - Lupi italiani al Bioparco di Roma

«Pasqualino e Scialla hanno subito danni fisici, hanno profonde cicatrici sulle zampe e zoppicano per i traumi subiti».

Rimessi in libertà in queste condizioni, dopo aver acquisito familiarità con l'uomo, sarebbero subito vittima di bracconieri. Anche il presidente della fondazione Bioparco, Federico Coccìa, non nutre dubbi in proposito

«I lupi si salvano finché restano lontani dall’uomo».

Scialla e Pasqualino - Lupi italiani al Bioparco di Roma

ITALY-LIFESTYLE-ANIMAL-WOLF

Forse questa storia è finita meglio di quanto avrebbe potuto. Forse. Ma la cosa mi rende lo stesso triste. Non mi resta che tirarmi un po' su il morale con questo adorabile cucciolo di cane lupo che impara ad ululare.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail