Falsi "poveri" tra Rom pregiudicati: 2 milioni di euro sequestrati a Roma

Sequestro da 2 milioni di euro, messo a segno dalla finanza tra i 'finti poveri' pregiudicati di etnia Rom che risiedono nei campi nomadi di Roma.

A Roma man builds a shack in a makeshift

Ogni tanto gli accertamenti dei finanzieri riescono a far emergere i 'tesori sommersi dei presunti poveri', quanto meno di quelli tanto indigenti, da ricevere da Roma Capitale, alloggi e utenze (acqua, elettricità e gas) gratuite, insieme all'esenzione dalla tassa sui rifiuti.

'Finti poveri' come i 20 'ospiti romani' di etnia rom, residenti in diversi campi nomadi autorizzati della Capitale, ai quali i finanzieri del comando provinciale di Roma hanno sequestrato beni per circa due milioni di euro.

Un vero patrimonio in libretti di deposito, obbligazioni e gioielli custoditi in cassette di sicurezza, sequestrati a individui con precedenti per furto, ricettazione, false attestazioni dell'identità personale, rapina, falsificazione di monete, porto e detenzione abusiva di armi, ricettazione.

Ancora una volta è la finanza ad arrivare dove non sembra potersi (o volersi) spingere la legge, con gli elementi raccolti dalle Fiamme Gialle che hanno permesso alla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Roma di emettere venti provvedimenti di confisca dei beni già sottoposti a sequestro, sulla base della manifesta sproporzione fra il patrimonio posseduto ed i redditi dichiarati al Fisco. Che ironia è?

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail