14 dicembre a Roma: Santa Lucia tra cortei e stelle cadenti

Stelle cadenti... ma dove??_bibendum84

Il 14 dicembre si avvicina, atteso con una certa trepidazione in tutto il Belpaese e ancora di più nella sua capitale, non tanto per la pioggia di meteore che illuminerà il cielo nel giorno di Santa Lucia, quanto per le ombre del governo che si estendono ovunque, e promettono non poche ricadute sulle strade di Roma.

Domani infatti, per il giorno di Santa Lucia, che il 'calendario' non fa più coincidere con il giorno “più corto che ci sia” ovvero il solstizio d'inverno del prossimo 21 dicembre alle ore 23:38°, sono attese in cielo qualcosa come 100 meteore in una sola ora, mentre a Roma marceranno in cinquantamila "Uniti contro la crisi" "per sfiduciare il governo anche dalle piazze".

Qualcuno si limiterà a scioperare con astensioni di qualche ora dal lavoro, mentre una folla eterogenea, che conta gli studenti schierati contro la riforma Gemini, i napoletani sommehttps://www.06blog.it/wp-admin/post.php?action=edit&post=9953rsi dai rifiuti, gli aquilani terremotati, il Popolo Viola, i ricercatori ed i precari, gli operai e i cassaintegrati.., arriverà da tutta Italia con treni, pullman e mezzi privati, per manifestare la propria sfiducia al governo Berlusconi, riunito in parlamento per votare sul futuro del paese.

Tra blocchi, cortei, sit-in e assemblee pubbliche, per l'assedio a Montecitorio, al grido di battaglia 'Io non mi fido', gli universitari provenienti da tutta Italia partiranno alle 9.30 dalla Sapienza, assieme ai liceali di San Lorenzo, gli studenti medi degli altri licei si muoveranno da piazza della Repubblica al Colosseo, per unirsi alla Fiom, Action, e altri movimenti in arrivo da ogni parte d’Italia, mentre gli studenti delle scuole di Prati, Monteverde e Centro storico punteranno a muoversi autonomamente per bloccare il lungotevere verso Piramide, per poi sfilare con gli universitari di Roma Tre.

La città sarà blindata, con "zone rosse", strade chiuse e divieti presi per garantire l’ordine pubblico, di sicuro sarà vietato avvicinarsi alla Camera, al Senato, a Palazzo Chigi, a Palazzo Grazioli, e alle sedi dei partiti, ma la situazione calda, gli animi esasperati dei manifestanti, e quelli risoluti delle forze dell’ordine in assetto antisommossa, non promettono nulla di buono. Siamo quindi con il fiato sospeso, ma è quasi un peccato che domani non sia il giorno più corto dell'anno.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: