La settimana dei Municipi: Ripartire da decoro e servizi

Questo 2014 dovrebbe portare con sé tanti “buoni propositi”, quelli che facevano i bimbi di una volta, anche per i Municipi di Roma. Ripartendo forse proprio dalle basi, come sembra leggendo le news della settimana ormai trascorsa.

foto 3

Ripartire dalle basi: il traffico, e servizi essenziali come le strutture sanitarie, o il decoro di strade e parchi, ad esempio. Queste sembrano essere le parole chiave della settimana dei Municipi capitolini.

In attesa allora di vedere quali saranno quelle della prossima settimana, partiamo proprio dalla sanità, con il clamoroso caso delle foto delle condizioni dell'ospedale san Camillo, in Municipio XII, Monteverde, col consigliere regionale Fabrizio Santori che si chiede “dove fossero andati a finire i 467mila euro stanziati e mai utilizzati per l’ampliamento del pronto soccorso”, lui che si era fatto portavoce “dell’odissea della signora Rosina da giorni in barella e della formalizzazione dei ricoveri sui corridoi delle unità operative”.

Un problema, quello dell'emergenza ai Pronto soccorso – acuito dalla chiusura di alcuni presidi ospedalieri nel limitrofo centro storico - , che dovrebbe essere risolto in futuro dall'istituzione delle Case della salute, strutture con personale medico a disposizione, una per ogni Municipio di Roma, come nei progetti della Regione Lazio, e che secondo l'opposizione della Pisana stenta a decollare. Vi aggiorneremo sulla questione.

Altro problema fondamentale che affligge i romani è il traffico, naturalmente. Così, in settimana si sono fatti sentire anche gli associati del Comitato Quarto Miglio, che hanno manifestato alle autorità del Municipio VII , “le problematiche  dei 2 Flussi di Traffico (Eur-Tuscolana, GRA-centro)che attraversano giornalmente il quartiere”, auspicando “i tanto attesi lavori per lo Svincolo tra l'Appia Pignatelli e l'Appia Nuova (che porterebbero ad una diminuzione del traffico di attraversamento nel quartiere pari al 50%)”.

E' stata chiesta anche “una mappatura delle 6 linee bus che oggi attraversano il quartiere  ma che scoraggiano sempre più i cittadini ad essere utilizzate”, senza dimenticare, spiegano, “che il quartiere non è dotato neanche di una pensilina per ripararsi dalle intemperie”.

E passiamo al decoro e verde pubblico. In una situazione “indecente” "il parcheggio di Via Lanfranco Maroi” (a cui si riferisce la foto di questo post), al Portuense, come enuncia il consigliere Marco Palma in Municipio XI, che giustamente nota come “ormai i costi per la bonifica sostenuti dall'aministrazione comunale hanno ampiamente superato i costi per l'istallazione di un impianto di videosorveglianza".

Assediato da “erbe infestanti e alberi che necessitano di urgenti potature” il parco di via Gutemberg, come denuncia Massimiliano De Iuliis, vicepresidente Commissione Ambiente. “Di fronte alle ripetute richieste fatte, abbiamo avuto come unica risposta dal Municipio IX l'organizzazione di una giornata di pulizia del quartiere che dovranno fare gli stessi cittadini! Questo è il modo concreto per andare in contro ai cittadini da parte della giunta Santoro? Complimenti.”

Ha smentito invece di aver rilasciato “dichiarazioni in merito ai lavori di bonifica per la realizzazione dell’area a parcheggio di fronte alla stazione Casalbernocchi-Centro Giano della ferrovia Roma-Lido”. l’assessore ai lavori pubblici, mobilità e litorale del  Municipio X Antonio Caliendo. “L’accenno alla Soprintendenza, invece - spiega -, si riferiva ai lavori per la realizzazione della pista ciclabile in via di Castel Fusano, come ampiamente abbiamo avuto modo di specificare sia nel corso di una conferenza stampa”.

  • shares
  • Mail