Il Giorno della Memoria a Roma: 27 gennaio 2014

Lunedì 27 gennaio 2014 Roma festeggia il Giorno della Memoria, tra eventi mostre, film e incontri per non dimenticare.

La memoria dell'uomo è labile, selettiva e ingannevole, ha bisogno di sollecitazioni continue per tenere a mente anche le cose importanti, rituali per non dimenticare, un lavoro continuo per scovare realtà nascoste, travisate, insensate.

Con questi presupposti Roma si prepara a celebrare un nuovo Giorno della Memoria, in ricordo simbolico del 27 gennaio 1945 e l’abbattimento dei cancelli del campo di sterminio di Auschwitz, tra altre svastiche, nuovi slogan antisemiti, e teste di maiale, recapitate in pacchi anonimi nei luoghi simbolo della fede e cultura ebraica.

Un giorno per ricordare lo sterminio del popolo ebraico e di coloro che ne hanno condiviso il destino, i campi di sterminio, e messo a rischio la propria vita per salvare e proteggere i perseguitati del regime, attraverso le testimonianze dei sopravvissuti, in tutti i linguaggi possibili.

Le voci di sopravvissuti ai campi come Piero Terracina e Sami Modiano, portate tra gli studenti delle scuole romane, alla fine si una serie di incontri analoghi tenuti nel Tempio Maggiore, con l'incontro che insieme al ministro dell’integrazione Cécile Kyenge, il sindaco Ignazio Marino, e l’assessore capitolino alla Scuola, Alessandra Cattoi, nella mattinata di domani all’Auditorium, apre la serie di appuntamenti istituzionali di Roma Capitale, dedicati alla Giornata della Memoria, insieme al film documentario del giornalista Rai Roberto Olla, L'amore dopo la tempesta, realizzato durante il viaggio della memoria 2013.

Una giornata di incontri, presentazioni, interviste, proiezioni, tavole rotonde letture e musica, in aggiunta a tutti quelli già segnalati dalla nostra rubrica dei Municipi, nuove pietre di inciampo e altre medaglie d'onore, con appuntamenti che si protraggono sino all'11 febbraio 2014.

Tra le iniziative proposte dalla Fondazione Museo della Shoah, oggi è stata inaugurata la Mostra “Auschwitz-Birkenau” presso il Complesso del Vittoriano, che racconta l’evoluzione del campo di concentramento di Auschwitz, dalla fondazione per ordine di Himmler il 27 aprile 1940, al giorno dell’abbattimento dei cancelli del 27 gennaio 1945, a 65 anni dalla chiusura, anche con un tour virtuale.

Jan Karski l'uomo che scoprì l'Olocausto - cover book

Storie di sopravvissuti come quella di Jan Kozielewski, sopravvissuto al conflitto, incaricato di far conoscere ai grandi della terra, come il presidente Roosevelt, la tremenda realtà dei campi di sterminio, restato in silenzio per fini politico-strategici, che rivive con il libro a fumetti 'Jan Karski l'uomo che scoprì l'Olocausto' di Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso, edito da Rizzoli Lizard (pp.160 a colori, 17,50 euro) presentato all'istituto Polacco di Roma.

Memorie messe a tacere, come è accaduto per quelle filmate dalle truppe inglesi e sovietiche, nei lager di Auschwitz, Dachau e nel campo di concentramento nazista di Bergen-Belsen, 'scoperti' e aperti dopo la liberazione, e tutto il girato visionato e ottimizzato da Alfred Hitchcock nel 1945, per la postproduzuione di Memory of the Camps, il documentario con materiale tanto scioccante da costringere addirittura il maestro del brivido ad allontanarsi dal progetto e dai Pinewood Studios per una settimana.

Un documentario restato in archivio per anni insieme alle prime terrificanti riprese dei campi scoperti dalle truppe inglesi e sovietiche, e solo ora restaurato con materiale inedito, mentre il grande schermo mostra il coraggio di chi non vuole dimenticare per rinascere con Anita B di Roberto Faenza, e quello di chi non teme di far luce sugli orrori e la “banalità del male” con Hannah Arendt di di Margarethe Von Trotta, al cinema solo solo il 27 e il 28 gennaio 2014, mentre il programma del piccolo schermo è già in palinsesto.

"I violini della Speranza" affidano la loro voce struggente al concerto tenuto nella Sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica, alle ore 20.00 del 27 gennaio 2014, con dodici violini e un violoncello, sopravvissuti alla Shoah, ritrovati e restaurati dal liutaio israeliano Amnon Weinstein, suonati da musicisti di diversa nazionalità e differenti memorie di Olocausto, mentre gli attori Manuela Kustermann e Vinicio Marchioni ne racconteranno le storie. Anche in diretta tv e web, dalle ore 19.55, su Rai5 (canale 23) e www.rai5.rai.it.

Tra tutti i viaggi nel tempo che partono e tornano a Auschwitz, per non dimenticare 'ogni vittima dell'Olocausto', dalle ore 17.30 alle ore 19, parte anche il corteo con fiaccolata indetto dall'associazione Opera Nomadi, da piazza dell'Esquilino a piazza degli Zingari, passando per via Cavour, via Urbana, via Panisperna, via dei Capocci, mentre per l'impatto sulla mobilità potete consultare la nostra rubrica dedicata.

Prima di tutto vennero a prendere gli zingari. E fui contento perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei. E stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, ed io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c'era rimasto nessuno a protestare.
(Bertolt Brecht)

Nel video anche le parole di Primo Levi ...


    Se questo è un uomo

    Voi che vivete sicuri
    Nelle vostre tiepide case,
    voi che trovate tornando a sera
    Il cibo caldo e visi amici:
    Considerate se questo è un uomo
    Che lavora nel fango
    Che non conosce pace
    Che lotta per un pezzo di pane
    Che muore per un sì o per un no.
    Considerate se questa è una donna,
    Senza capelli e senza nome
    Senza più forza di ricordare
    Vuoti gli occhi e freddo il grembo
    Come una rana d'inverno.
    Meditate che questo è stato:
    Vi comando queste parole.
    Scolpitele nel vostro cuore
    Stando in casa andando per via,
    Coricandovi alzandovi;
    Ripetetele ai vostri figli.
    O vi si sfaccia la casa,
    La malattia vi impedisca,
    I vostri nati torcano il viso da voi.

    Primo Levi

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: