Bambino muore in ambulanza dopo il ricovero dall'ospedale "Grassi" di Ostia

Un bambino di sei anni è deceduto in ambulanza durante il trasferimento dall'ospedale "Grassi" di Ostia al "Bambino Gesù". La procura apre un fascicolo sul caso, in attesa dell'esito dell'autopsia.

Verso le venti di ieri sera, accusando dolori addominali e svenimenti, un bambino di sei anni, è stato portato dalla madre infermiera, al pronto soccorso dell'Ospedale Grassi di Ostia, dove ancora vigile è stato portato in codice rosso nella sala emergenze e assistito dal medico di turno, dall'anestesista e dal pediatra.

Secondo quanto riferito dai genitori del bambino, due ore dopo il ricovero, verso le ore 22, a causa delle condizioni critiche è stato chiesto l'intervento di un'ambulanza del 118 per un trasferimento del piccolo all'ospedale Bambino Gesù.

Purtroppo durante il viaggio, il bambino, accompagnato dal pediatra e dall'anestesista dell'opedale Grassi, è deceduto a causa di un arresto cardiocircolatorio, nonostante fosse già intubato.

Stando alle fonti sanitarie, il bambino era già stato visitato all'ospedale Grassi di Ostia, per una sintomatologia simile, emersa però in forma lieve e dimesso per con una diagnosi di colica renale.

Poi il nuovo ricovero, dopo aver trascorso la giornata di domenica con i nonni paterni, già provati dalla perdita del padre del bambino, morto nel 2009 (travolto da una macchina mentre attraversava la strada), come racconta la nonna

"domenica è stato tutto il giorno con noi, come tutte le domeniche. Ci diceva che stava male, ma parlava. Abbiamo pranzato poi si è messo a riposare con il nonno, sul divano. Ma era pallido e il dolore continuava a crescere, quando è arrivata la mamma per riportarlo a casa, allora lei ha deciso di andare di nuovo all'ospedale. Lui continuava dire che era la pancia che non lo faceva stare bene, ma era solo un bambino magari aveva altri dolori ma non sapeva neanche spiegarlo. Per questo esistono i medici e invece ora è morto e noi non sappiamo neanche perché. Tutto quello che mi restava di mio figlio era questo bambino e adesso non c'è più neanche lui: non posso crederci, è un incubo".

La mamma del bambino, un'infermiera impiegata all'Asl Rm H, ha intanto sporto denuncia ai carabinieri della stazione di Pomezia, per chiedere chiarezza nella vicenda, mentre la procura ha subito aperto un fascicolo sul caso, in attesa dell'esito dell'autopsia, effettuata al Gemelli o all'istituto di medicina legale della Sapienza al massimo entro mercoledì.

Nel fascicolo della procura, senza indagati, si ipotizza il reato di omicidio colposo. Il pm ha ordinato il sequestro della cartella clinica del Grassi.

In aggiornamento

Foto | 06blog

  • shares
  • Mail