Mini Imu a Roma: entro il 24 gennaio 2014, calcolo e modalità di pagamento

Venerdì 24 gennaio 2014 scade il termine del pagamento della Mini IMU per i proprietari di prima casa. Con le ultime definizioni, segue un promemoria su calcolo e modalità di pagamento.

Purtroppo non stiamo giocando a monopoli, e l'Amministrazione Comunale di Roma Capitale, fissando l'aliquota IMU della prima casa al 0,5%, superiore all'aliquota base dello 0,4%, costringe parecchi romani a pagare la cosiddetta Mini Imu 2013 con soldi 'veri'.

Una tassa la cui scadenza è fissata al 24 gennaio 2014, insieme alla nuova TARES (parte servizi con 30 centesimi al mq. di addizionale), ma della quale ancora stiamo aspettando l'esito della piena definizione della materia a livello nazionale.

Nell'attesa ci portiamo un po' aventi con il lavoro guardando chi e come dovrà pagarla e calcolarla.

Chi deve pagare la Mini IMU

Il Decreto Legge N. 133 del 30 Novembre 2013, sancisce il versamento, per tutti i contribuenti in possesso di abitazioni principali (escluse quelle di categoria di lusso A1, A8, A9), in assenza di novità, sono tenuti a versare il 40% della differenza d’imposta, calcolata applicando l’aliquota deliberata nel 2012 da Roma Capitale (5 per mille) e l’aliquota base prevista dal Governo (4 per mille).

La Mini-IMU 2013 deve essere corrisposta anche se l’importo dovuto è inferiore a € 12,50.
La soglia minima dei € 12,50 opera solo se la cifra complessivamente calcolata a titolo di IMU per tutto l’anno 2013 è inferiore.

Come si calcola

Per calcolare la mini IMU:
1) Si calcola la base imponibile della rendita catastale dell’abitazione,
2) sulla base della rendita catastale e tenendo in considerazione le detrazioni, si calcola l’Imu dovuta con l’aliquota definita dal proprio comune,
3) si calcola l’Imu con l’aliquota al 4 per mille, anche in questo caso tenendo conto delle detrazioni,
4) si fa la differenza fra le due cifre ottenute,
5) si paga il 40% della cifra ottenuta.

Questo è l'esempio di calcolo per un nucleo familiare con un figlio e una prima casa del valore catastale di 90.000 euro. Con le aliquote di Roma allo 0,5%, per 90mila euro si pagano 450 euro, dalle quali togliere la detrazione di 200 euro per la prima casa, e 50 euro per il figlio. Alle restanti 200 euro, va sottratto lo 0,4% di 90mila euro che è 360. Quindi: 200-110= 90 euro. La mini Imu 2014 sarà pari al 40% di 90 euro, quindi a 36 euro.

Tra i software online line ci sono molti strumenti di calcolo, che consentono anche di compilare e stampare direttamente il Modello F24, oltre a poter approfittare del Programma di calcolo automatico offerto dal Dipartimento Risorse Economiche del Comune di Roma, con la stampa del modello F24 utile al pagamento, attivata dopo aver ricevuto ulteriori conferme circa il versamento.

Come effettuare il pagamento della Mini Imu

Se non arriva il bollettino precompilato, che la legge di Stabilità ha imposto ai Comuni nel comma 680, per pagare la Mini Imu 2014 si può utilizzare il vecchio modello F24 compilando la sezione Imu e altri tributi locali, con il codice tributo per le abitazioni principali: 3912.

Quanto si pagherà?

La cifra individuale dipende ovviamente dalla casa, ma il servizio politiche territoriali della Uil ha già effettuato alcuni fatto alcuni calcoli di massima, che forniscono un'idea abbastanza chiara.

Un appartamento da 120 mq in categoria A/2 per una famiglia con due figli farà pagare 163 euro medi a Milano, 152 euro a Torino, 125 a Napoli, 92 euro a Bologna e 79 euro a Roma.

In totale, il gettito previsto per lo Stato sarà di 1,1 miliardo. La cifra coperta dai contribuenti è di circa 440 milioni, il 40 per cento del totale. A questi vanno aggiunti 660 milioni (il 60 per cento coperto dallo Stato).

In aggiornamento

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail