La Tana della Lupa: delusi mai arresi

La Roma perde a Torino la sua imbattibilità, proprio nella partita più importante della stagione. Inutile nascondere la delusione.


Dico subito che (per fortuna?) non sono riuscito a vederla per problemi di connessione. Per questo mi limito a raccontare le impressioni di questo risultato, probabilmente troppo pesante per alcune, classiche, scelte arbitrali, ma assolutamente inequivocabile. La Roma perde su tutta la linea.

Solo i tifosi più giovani (o più stupidi) sognavano orizzonti tricolori, quelli "antichi" come il sottoscritto sapevano bene (dal pareggio col Sassuolo) che "c'era poco da perdere". Tuttavia resto molto deluso dalla piccola, grande rivoluzione che aveva portato Mr. Garcia.

Non discuto alcune scelte tecniche discutibili che ci potevano stare, quello che non riesco a capire è l'atteggiamento di una squadra che si era sempre dimostrata all'altezza della situazione. Concentrata, attenta, sveglia, paziente e caparbia.

Ecco, qui abbiamo perso invece come la "vecchia" Roma. Incapaci di gestire l'emozione, l'ansia e, certo, anche il nervosismo. Tra l'altro la Juventus non è questa super squadra che nel protettorato italico si ostina a mostrare, basta vedere come fatica in Europa per capirlo.

Proprio per questo perdere così risulta molto grave. Spero tanto che si possa ripartire da questa brutta sconfitta e tenere duro fino a fine stagione. Ma ieri è stato un pessimo inizio dell'anno.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: