Natale a Roma 2010: il tour dei presepi

Foto_di_Tony_Frisina_-_Alessandria_-_Presepe_-_DSC00542

Svegliati dal bagliore delle prime luminarie, e di stelle comete realizzate con ogni genere di materiale, i primi pastorelli con greggie al seguito, magi e angioletti, grotte e casette .. sono emersi da cantine, ripostigli e antri polverosi per tornare ad allestire il villaggio di Natale dei più devoti alle tradizioni: il presepe, o presepio che dir si voglia.

Ogni anno il papà di uno dei miei migliori amici (praticamente un fratello) parte per boschi a caccia di muschio e sassi, legno e nuovi elementi per arricchire un presepe che ha finito per occupare una stanza intera, e potrebbe tranquillamente concorrere con quelli realizzati da piccoli e grandi artigiani 'presepisti' di tutto il mondo per l'esposizione internazionale ''100 Presepi'', giunta alla 35° edizione.

In realtà i 100 presepi in questione sono diventati 176, di cui 109 tutti italiani, realizzati con ogni genere di materiale, da quelli classici dell'800 romano e della Roma Sparita, al presepe in movimento, esposti nelle Sale del Bramante di Santa Maria del Popolo fino al 6 gennaio 2011, inaugurati dal presepe vivente sulla 'Nativita a Roma', messo in scena dai bambini della scuola materna ''Il giardino Incantato'' per celebrare i 140 anni di Roma Capitale.

Gli operai del Governatorato della Città del Vaticano hanno iniziato come di consueto con largo anticipo i lavori per l’allestimento del presepe di Piazza San Pietro, che dal 1982 viene inaugurato dal Papa il 24 dicembre, mentre alcune chiese della capitale, sempre meno, continuano ad essere depositarie di questa tradizione.

Molto suggestivo il diorama con 52 scene relative alla vita di Gesù e altri 18 con vedute della Palestina ubicati lungo le scale che portano alla cripta della Chiesa del Cuore Immacolato in Piazza Euclide, e quello realizzato all’inizio degli anni trenta in gesso colorato e un abile gioco di specchi nella Chiesa della SS. Concezione in Via Veneto.

Quelli realizzati con le statuine napoletane del Settecento custoditi della Chiesa dei SS. Cosma e Damiano in Via dei Fori Imperiali e di S. Gregorio VII, e quello della Chiesa di S. Maria (vicino a largo Chigi) allestito nell’immediato dopoguerra da un gruppo di giovani sulla base degli acquerelli dipinti nell’Ottocento dal pittore Ettore Roesler Franz, riproducendo molti angoli suggestivi della vecchia Roma.

Oltre a questi la capitale può contare su una solida tradizione e presepi permanenti, come quelli custoditi nel Museo Tipologico Internazionale del Presepio “Angelo Stefanucci” ai Fori Imperiali, quello ambientato nella Roma del secolo scorso al Museo di Roma in Trastevere, o il Presepio napoletano in stile settecentesco con statue originali dell’epoca custodito dall’Istituto Centrale per la demoetnoantropologia, in Piazza Marconi 8.

Nonostante crisi e piccoli scandali nella sede dell’AMA si dovrebbe poter visitare anche il Presepe permanente dei netturbini romani, che ricostruire fin nei minimi dettagli con calce e pietre provenienti da tutto il mondo le tipiche costruzioni della Palestina di 2000 anni fa.

Per la Camera dei Deputati a Montecitorio è già in viaggio il presepe in stile napoletano di Carlo Scarsella, in Piazza del Campidoglio, sarà allestito il presepe scenico del ‘700 napoletano, mentre a partire dal giorno dell’immacolata in giro per la città si potranno visitare, la Sacra Famiglia tra scenografie e personaggi popolari della Roma ottocentesca sulla Scalinata di Trinità de' Monti, il Presepe in Piazza Navona e quello di largo Boccea.

Dal 15 dicembre si potrà visitare anche il primo "Presepe all'Orto", allestito dall'Associazione Italiana Amici del Presepe (AIAP) nell'Hotel Orto di Roma, e quello provvisto di effetti speciali gestiti da un sistema di controllo computerizzato del Presepio Elettronico, allestito per questa edizione in stile orientale a Torrespaccata, in via Aufidio Namusa 194, visitabile gratuitamente dal 15 dicembre al 10 febbraio.

Bisognerà aspettare invece il 2 gennaio 2011, per i soldati romani, i cammelli, i re magi, la sacra famiglia, i costumi storici, le ambientazioni originali, le arti e i mestieri di 2.000 anni fa, ricostruiti dalla IV Edizione del Presepe Vivente Missionario, promossa dalla Comunità Missionaria di Villaregia, allestita nella sede romana della Comunità di via Berlese 55, e visitabile gratuitamente fino al 6 gennaio 2011.

Approfittando di una passeggiata fuori porta vicino a Roma, meritano una visita anche il presepe meccanizzato allestito a Castelchiodato di Mentana dall’8 dicembre al 31 gennaio 2011, il presepe di dimensioni naturali esposto nella Parrocchia di San Gaetano da Tiene ad Ardea dal 20 dicembre al 10 gennaio, quelli ospitati dal Natale delle Meraviglie di Bellegra (RM).

Ai Castelli Romani si va per “Presepi In Centro” a Monte Porzio Catone, con l’Arte Presepiale in mostra nei locali del Centro Storico dal 5 dicembre, al Duomo il 24, il 6 Gennaio con la Befana per i Bambini, e il 9 Gennaio con degustazione di prodotti tipici, in visita al Presepe artistico stile popolare di Velletri, dal 24 dicembre al 21 gennaio 2011, o alla rappresentazione della Natività nella suggestive Cave di Peperino a Marino, il 25 e 26 dicembre , e 1,5,6 gennaio 2011.

Un altro presepe suggestivo è allestito a Castelchiodato, il piccolo borgo della Sabina alle pendici dei Monti Lucretili, frazione di Mentana a 30 chilometri a Nord di Roma, dove per una passeggiata vale anche la pena di visitare il Bosco di Gattaceca.

Tra borghi e cittadine del Lazio, profumo di boschi e caminetti accesi, ci sono anche quelli ospitati dalla “XII Mostra Mercato dell’Artigianato e dell’Oggettistica per il Presepio” e dalla nuova edizione di “Greccio . . . il Presepio”, rievocazione Storica del Primo Presepe del Mondo di Greccio, i Presepi nel Chiostro allestiti nel Convento di San Francesco a Palestrina, dall’8 dicembre al 10 gennaio 2011, il Presepe Vivente di porta San Cesareo ad Orte dal tramonto del 26 dicembre 2010, e poi il 2 e 6 gennaio 2011, quelli artistici di "Alatri in Presepe" allestiti nei locali del Chiostro di S.Francesco dall’8 dicembre 2010 al 6 gennaio 2011 .. più tutti gli altri che potrebbero apparire sul vostro cammino ..

Ovviamente se andate fieri del vostro, pieno di figuranti tradizionali o aperto a libere interpretazioni che non discriminano giocattolini o Godzilla come questo, o ne avvistate qualcuno particolarmente interessante o originale come quello della foto, allestito in un vecchio apparecchio televisivo, fotografateli e spediteli al nostro indirizzo: suggerimenti@06blog.it, perché potrebbero entrare a far parte della nostra speciale gallery.

Foto | Wikipedia

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: