La settimana dei Municipi: questione di numeri


No, per una volta i numeri del titolo non si riferiscono all’annosa polemica sulla riduzione (di numero, appunto) dei Municipi romani, ma ad alcune ricerche sulla città i cui risultati espressi in percentuale sono stati presentati questa settimana.

I giovani, per esempio. Non è vero che non sono informati e che non si interessano alla politica, soprattutto quelli di alcune scuole nei Municipi XI e XII, tra i quali è stato pescato il campione di 145 studenti del triennio sui quali è stata condotta la ricerca dell’associazione culturale Makenoise.

Save the children, invece, incorona Roma come la città più giovane d’Italia, con ben 697.387 minori: un vero e proprio forziere, se si pensa che nel nostro Paese vivono appena 11 milioni di minorenni. I Municipi entrano in gioco alla voce ‘dispersione scolastica’ e registrano sensibili differenze: si abbandona di più lo studio nel V, ma anche nell’I, VII, VIII e X; va meglio nel II e nel XVII, in cui il tasso di dispersione scende sotto al 15%.

Presentato anche un censimento dei luoghi di culto dedicati all’Islam: oltre alla conosciutissima moschea, che ricade nel territorio del Municipio II, esistono diversi centri islamici moderati intorno ai quali gravitano varie associazioni, nei Municipi XVII, IX, XVI e XI. Realtà definite a rischio e perciò tenute sotto controllo, sono presenti invece nei Municipi VII, VIII, VI e XIII.

Ultima curiosità: il Municipio X, è stato il primo nella Capitale ad aver attivato un registro per il testamento biologico aperto a tutti i cittadini residenti a Roma, come voluto dalla vedova di Piergiorgio Welby, in ricordo del marito che proprio in questo territorio era lungamente vissuto.

In città, intanto, fervono i preparativi del Natale: ci pensa già il Municipio XII dove domenica scorsa i negozi di viale Europa sono rimasti aperti tutto il giorno. Si tratta della prima delle iniziative in programma per promuovere lo shopping nei centri commerciali naturali (quelli cioè dei centri storici o delle strade, non in strutture create appositamente).

E speriamo che il Natale, pur in tempi di crisi, rivitalizzi un po’ l’umore alla Città dell’Altra economia di Testaccio, Municipio I, che è sull’orlo della chiusura. Il consigliere Cochi auspica che in futuro partecipino a questa esperienza anche realtà molo specifiche del rione stesso, all’insegna della salvaguardia della tipicità.

Nel periodo delle Feste, inoltre, in particolare dal 27 al 30 dicembre, 8 scuole romane resteranno aperte per soddisfare le esigenze di mamme e papà che non possono fare a meno di lavorare. Il progetto si chiama “Più tempo per crescere”, sarà attivo nei Municipi V, VII, X, XVI, XVII, XVIII e XX e coinvolgerà gli studenti in corsi di teatro, pittura, musica e lingue straniere.

È dedicata a un altro albero, non a quello di Natale, invece, la Festa dell’albero, in occasione della quale in tutta Roma saranno piantati 350mila esemplari nel verde pubblico e 150mila su strada. In città sono previste iniziative nel Municipio XIX, alla Garbatella, al Parco della Cellulosa e in quello di Val Cannuta, Municipio XVIII, in cui sono stati piantati 50 lecci.

Nel Parco di Aguzzano, nel Municipio IV, invece, è andata in scena la seconda tappa di un’altra prestigiosa iniziativa per l’ambiente: la maratona ‘Corri per il verde’, giunta alla 39esima edizione e che si è corsa tra via Tiburtina, via Nomentana e il fiume Aniene.

Poco più in là, nel Municipio II, è stata inaugurata l’esposizione collettiva ‘Artisti emergenti per l’ambiente’ curata dall’associazione Ieraan. In mostra 32 opere tra fotografie, installazioni, sculture e dipinti.

Ci sono cose che non cambiano mai e perciò, dal momento che novembre è il mese delle occupazioni, ecco che, puntualmente, arriva quella della vecchia sede del centro sociale Horus, nel Municipio IV. I manifestanti denunciano la mancanza di spazi sul territorio.

Proteste anche nel mondo della disabilità: sta sostenendo un duro sciopero della fame Michele Colangelo, presidente della Consulta per l’handicap del Municipio XIII e portavoce di 15 Consulte per la disabilità della Capitale, per sensibilizzare il Campidoglio sulla “mancata discussione della delibera di Giunta per l’istituzione della Consulta handicap”.

E veniamo agli appuntamenti fissi: domenica scorsa l’Ama e il Tg3 sono tornati a dare vita a ‘Il tuo quartiere non è una discarica’, stavolta nei Municipi pari, per un totale di 19 punti di raccolta. In particolare è stato possibile raccogliere vecchie biciclette, anche non funzionanti, nelle ecostazioni del Municipio I.

Continuano anche i successi nel campo della rimozione degli impianti abusivi: nei giorni scorsi 25 pali che avrebbero dovuto essere usati per l’esposizione di striscioni pubblicitari sono stati tolti dalle principali strade del Municipio IV.

Per quanto riguarda la viabilità, si è messa allo studio una nuova strada che permetta di ripristinare la circolazione in via Columella, al Quadraro, chiusa dal 2007 a causa di una voragine; nel Municipio VI, invece, torna a vivere via Manfroni, dove sono stati ultimati i lavori di riqualificazione.

E concludiamo con le buone notizie: restituito finalmente alla cittadinanza il fontanile di via Aurelia, al confine tra i territori dei Municipi XVI e XVIII, danneggiato dai vandali nella notte di Halloween nel 2003. Infine, il Municipio X ha annunciato che chiederà all’Unesco che venga concessa la dicitura di ‘Patrimonio dell’umanità’ agli Studios di Cinecittà.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail