Donna partorisce nel bagno dell'ospedale Pertini di Roma assistita solo dal marito

La storia di mamma Esmeralda, papà Luca e il piccolo Alessandro, nato nel bagno dell'ospedale del Pertini di Pietralata. Una nuova odissea della malasanità?.

Il parto è una grande avventura per ogni donna, un'odissea per altre, con l'aiuto del destino, della sfortuna e della malasanità, come quella toccata alla giovane neo mamma trentacinquennne finita sabato scorso al pronto soccorso del Sandro Pertini di Roma, dove il suo bambino è nato in bagno grazie all'aiuto di suo marito.

Una nottata iniziata sabato scorso, a due settimane alla data prevista per il parto, con le prime doglie, il viaggio all'Ospedale di Pietralata vicino casa, per una visita di controllo nel reparto maternità del quale avevano sentito parlare bene.

Una nottata di travaglio solitario nella sala parto per Esmeralda, mentre le infermiere e l'ostetrica sono impegnate con un'altra paziente nella sala accanto, trascorsa con il solo aiuto del marito Luca.

«Ho tentato di chiamare le ostetriche, ma mi hanno risposto in malo modo di stare calmo, perchè ci voleva ancora tempo, di non agitarmi inutilmente»

Il marito che dopo averla accompagnata in bagno ha avuto la prontezza di afferrare al volo il nascituro, impedendo che cadesse in terra, mentre l'urlo della moglie richiamava sul posto e al dovere i medici del reparto.

«Mi ha chiesto di accompagnarla in bagno, ma non abbiamo fatto in tempo, lei stava per appoggiarsi sul water ma ha urlato che il bambino stava nascendo. Sì è sforzata di spostarsi, non so neanche come ci sia riuscita, poi ho visto la testa di mio figlio. Un attimo dopo è scivolato giù, fuori».

Un 'piccolo imprevisto' ripetuto qualche ora dopo la nascita del piccolo Alessandro, mentre la donna ricoverata in reparto, va di nuovo in bagno, sviene e li resta fino a quando si risveglia da sola per tornare in camera. Nessuno ad assisterla mentre i bagni si trasformando i reparti d'emergenza, nessuno a rispondere dall'accaduto, dalla direzione dell'Ospedale interpellata...

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail