La settimana dei Municipi: cosa c’è sotto l’albero?

Eventi-dono per la cittadinanza, aiuti ai meno fortunati e le solite polemiche: l'altra faccia delle Feste

A Natale, recita l’adagio, siamo tutti più buoni, e così anche i Municipi di Roma, dove praticamente ovunque sono stati organizzati momenti di solidarietà, oppure, eventi culturali gratuiti dedicati alla cittadinanza: in entrambi i casi, occasioni per riflettere sul vero significato del Natale, al di là del consumismo.

I diritti, ad esempio, sono al centro di ReStart, il contenitore di cinque eventi organizzati per tutto il periodo di feste natalizie nel Municipio XVIII, tutti a ingresso libero e fino a esaurimento posti, ma per i quali è necessaria la prenotazione. Tra laboratori, mostre, spettacoli, incontri, video e reading, si avrà la possibilità di soffermarsi su tematiche quali il diritto all’inclusione, all’amore, alla libertà, al gioco e alla città.

Anche il Municipio XV può vantare di aver organizzato un programma natalizio di tutto rispetto e rigorosamente gratuito: il giorno di Santo Stefano, ad esempio, al Gran Teatro è andato in scena il concerto dell’Orchestraccia, e un’altra grande sorpresa è in serbo per la notte di Capodanno. Solidarietà e attenzione al prossimo meno fortunato di noi, invece, le parole d’ordine del Natale organizzato dal Municipio I che nell’impareggiabile cornice di piazza Navona, il giorno della vigilia di Natale ha regalato 5000 panettoni e circa mille giri di giostra gratis alle associazioni di periferia che si occupano di tematiche sociali, a dimostrazione che la parte più ricca della città non dimentica quelle più povere. L’iniziativa si chiama ‘Il centro con le periferie’ e bisserà il 5 gennaio, vigilia dell’Epifania. Questi, comunque, sono solo alcuni esempi di un calendario più lungo e variegato che coinvolge tutti e 15 i Municipi e tutte le fasce d’età, che va sotto il titolo ‘Quest’anno le Feste girano tra la gente’ e che può essere consultato sia sul sito dell’assessorato capitolino alla Cultura, sia telefonicamente allo 060608.

Purtroppo, però, anche nella settimana di Natale non sono mancate le polemiche: la presidenza del Municipio VII, ad esempio, è stata tacciata di sperpero di denaro pubblico perché ha stanziato ben 40mila euro per queste festività, con voci di spesa che vanno dall’albero di Natale in piazza di Cinecittà fino ai fuochi d’artificio per il veglione di San Silvestro. Il Municipio XII, al contrario, non è riuscito neppure a mettere su un mercatino di Natale come si deve, con tanto di casetta di Babbo Natale, presepi e befane in quel di viale dei Colli Portuensi.

Ma il Natale ha portato anche qualche regalo ‘extra’: ad esempio a Ostia, Municipio X, sono state finalmente riviste le postazioni e le rotazioni dei venditori ambulanti per rendere più fruibili le strade per disabili e mamme con passeggini; mentre nel Municipio VII il parco Caduti del mare alla Garbatella è stato riconsegnato alla cittadinanza dopo un’attenta opera di riqualificazione.

Sarebbe stata una settimana quasi idilliaca, insomma, non fosse stato per l’occupazione della sede del Municipio XII in via Fabiola a Monteverde da parte del comitato Famiglia in dissenso con l’approvazione che prevede l’esposizione di una bandiera arcobaleno gay-friendly sulla sede municipale e per l’incendio che ha bruciato il centro sociale La strada nel Municipio VIII.

Foto | mararie

  • shares
  • Mail