Capodanno a Roma 2011: divertente tra messa in scena e risate

Capodanno a Roma 2011

Oltre all’atmosfera creata dalla musica, una vagonata di buoni auspici e quel pizzico di scaramanzia usata per irrobustire le debolezze, umorismo e ironia, preziosi per alleggerire ogni cosa e portatori sani di benessere contagioso, si candidano come uno dei metodi migliori per dare il benservito all’anno che va, e la giusta accoglienza a quello che arriva.

Per un 31 dicembre 2010-2011 all’insegna delle risate scoppiettanti, in compagnia di chi le ha rese un mestiere, la scelta ampia ed eclettica va dalla maschera romanesca di "Rugantino", “Svelto co’ le parole e cor cortello”, messa su al Teatro Sistina da un Enrico Brignano tenero e sbruffone, a quella da schiaffi di un Leo Gillotta, alle prese con il divertito gusto shakespeariano de Le Allegre Comari di Windsor al Teatro Eliseo.

La Roma del 1943, tra operai delle fornaci di Valle Aurelia, zitelle del ghetto, truffatori e "cravattari", farà da sfondo a Il Ladro di Razza di Rodolfo Laganà, Francesco Pannofino e Francesca Reggiani, protagonisti dello speciale Capodanno a Teatro della Sala Umberto, tra messe in scena, cena a buffet e brindisi di mezzanotte con gli artisti.

Saranno invece le storie della capitale di ordinaria periferia, tra immigrazione e razzismo, centurioni che sbarcano il lunario davanti al Colosseo e separate alla chat erotica, le protagoniste di Ben Hur e dei festeggiamenti di San Silvestro al Teatro Roma.

Venerdì 31 Dicembre 2010 conviene anche stare Attenti a quei 2 .. ovvero Luca Barbarossa & Neri Marcorè, ancora insieme all’Auditorium Conciliazione per salutare il nuovo anno con la satira tra canzoni e imitazioni, e nell’AFTERSHOW del foyer del Teatro con musica dal vivo, buffet e brindisi al 2011.

Per risate nere e spaventi divertenti, il Teatro Sette propone La Baita degli Spettri di Lillo & Greg, mentre per la romanità del Teatro Testaccio è Bonalaprima, invece a teatro senza ridere e senza piangere, Caino e Abele aspetteranno il Capodanno 2011 ballando, mentre al Teatro Anfitrione saranno Tredici a Tavola, ma solo per chi non è scaramantico.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: