Roma & le Acque del Maltempo


La piena del Tevere 1929

Per un momento sembra che il cielo abbia smesso di piangere sulle quotidiane sciagure capitoline, di un pianto ininterrotto che non purifica ma allaga, sradica alberi e certezze, continuando a gonfiare di 'lacrime amare come il rimorso' quel biondo Tevere che oggi come in passato sa essere incontenibile e travolgente.

Le piene del Tevere come quella del 1929, saranno anche un vago ricordo sepolto dietro cumuli di sicurezze inconsistenti, ma la Protezione Civile sembra aver fatto tesoro della storia mantenendo alta la guardia, mentre operatori e volontari continuano ad arginare i danni.

La situazione meteo del resto non sembra concedere grosse tregue, tranne forse per le prossime 24-36 ore, perché pioggia e temporali sono attesi di nuovo da venerdì, insieme ad un freddo polare che ci farà assaggiare le prime gioie dell’inverno.

  • shares
  • Mail