Dal "Salva Roma" al "Milleproroghe", che fine faremo?

Dopo un colloquio con Giorgio Napolitano, e dopo le violente polemiche politiche, il premier Enrico Letta rinuncia alla conversione del cosiddetto decreto Salva Roma.


E' stato Dario Franceschini,ministro per i Rapporti con il Parlamento, ad informare i presidenti delle camere spiegando come alcune norme, non indifferibili, di questo provvedimento saranno inserite nel dl Milleproroghe all'esame del cdm venerdì 27.

Tra queste le misure in base alle quali il Comune di Roma ha approvato il proprio bilancio. Nel Milleproroghe anche la correzione, già annunciata in Parlamento, della norma relativa agli affitti di immobili da parte della Pubblica amministrazione.

Non che il "Salva Roma" fosse stato salutato con grande entusiasmo da noi romani, ma il "Milleproroghe" fa anche più paura. Pare un torta indigesta. Che fine faremo?

Foto Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: