Il Grande Raccordo Anulare e il Pedaggio Infinito: si paga solo quando si esce (e l'ultimo chiuda la porta)

Grande Raccordo Anulare

"Il Grande Raccordo Anulare e il Pedaggio Infinito", sarebbe da farci un kolossal. Sapete tutti di cosa stiamo parlando: balzello sì o balzello no? Insomma: si paga o non si paga per attraversare il GRA? La battaglia sembrava persa. Da Maggio 2011 si inizierà a sborsare soldi per percorrerlo. Ennesimo ricorso al TAR e appoggio del sindaco Alemanno ("Da parte del Campidoglio ci sarà ampia disponibilità ad appoggiare e a partecipare in sede giudiziaria al nuovo ricorso”). Quanto si paga? Boh, si vedrà.

Passa più di un mese e arriva una dichiarazione del Presidente dell'Anas, Pietro Ciucci. I romani che utilizzeranno il Grande Raccordo Anulare per spostamenti urbani senza immettersi nelle autostrade già a pagamento, non pagheranno il pedaggio. Gli altri? Certo che sì. In sostanza:

Se un automobilista quindi entrerà, ad esempio, sul Gra allo svincolo Tiburtina e uscirà allo svincolo Salaria non dovrà pagare nulla. Se invece lo stesso entrerà allo svincolo Tiburtina e si dirigerà al casello dell'autostrada Roma-L'Aquila allora, in questo caso, pagherà un pedaggio aggiuntivo per avere usato il Gra.

Tutto chiaro? L'uso urbano non è a pagamento. Quello extraurbano sì. "Ma siamo comunque dentro Roma", direte voi. Già, ma stiamo uscendo. E il pagamento dell'autostrada? C'è pure quello, ovvio. E Alemanno? Ha colto la palla al balzo:

Ringrazio il presidente di Anas, Pietro Ciucci, per la precisazione in merito al pagamento dei pedaggi sul Grande raccordo anulare di Roma. Le sue parole dimostrano il carattere puramente demagogico di tutta la campagna sull'argomento messa in campo dal Pd e dal resto dell'opposizione.

Tuona Michele Meta (deputato e capogruppo del Pd in commissione Trasporti alla Camera): "Crediamo a questo punto che il primo cittadino della Capitale sia ostaggio di un gigantesco equivoco e della confusione dell'Anas". Proprio sicuri? Per sciogliere ulteriori dubbi bisognerà attendere la fine del mese con

la convocazione del tavolo che deve definire la questione legata ai pendolari e quella relativa alle risorse per garantire all'Anas i finanziamenti necessari per la manutenzione delle strade a essa affidate

Quest'ultima dichiarazione arriva proprio dallo stesso sindaco Alemanno. Tirate voi le conclusioni.

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: