Roma da (a)mare: un fine settiana dove il "Litorale incontra la sua Storia" e la Preistoria

Litorale incontra la sua Storia 2010

Stuzzicata da viaggi nel tempo e passeggiate nella storia, Roma da (a)mare dedicherà questo fine settimana ‘fuori stagione’ all’esplorazione della costa e di quel territorio marittimo di Roma giunto al 126° Anniversario della Bonifica del Litorale Romano.

La zona dell’Agro Romano, come quello Pontino, un tempo ricoperta di paludi e sterpaglia e bonificata a più riprese da proletari in arrivo da tutta Italia, ritorna infatti protagonista della nuova edizione del Litorale incontra la sua storia, che sin dal 1984 celebra e ricorda l'arrivo ad Ostia e Maccarese dei bonificatori romagnoli dell'Associazione Generale degli Operai Braccianti di Ravenna.

Da domenica 20 novembre a domenica 4 dicembre, una serie di appuntamenti culturali, tra visite guidate, buffet romano-romagnolo, proiezioni cinematografiche, concerti folk e iniziative didattiche, ripercorreranno gli eventi a partire dal quel 25 novembre 1884, che cambiò le sorti del paesaggio insieme a quelle di chi l'ha abitato fino ad oggi.

L’occasione sarà ideale per fare un viaggio nel tempo e nella storia attraverso i reperti iconografici e antropologici custoditi dall’Ecomuseo, quello del Litorale Romano Polo Ostiense, attivo sin dal 1994, e quello situato dallo scorso maggio nel Castello di S. Giorgio di Maccarese, passeggiando nel litorale di 126 anni fa.

Per chi vuole proprio spingersi oltre, arrivando fino alla preistoria e a qualcosina come a 300 mila anni, nella mattinata di domenica 21, si può sempre andare a passeggio tra i resti di elefanti, bufali, lupi e altri animali risalenti al Pleistocene, rinvenuti nel giacimento della Polledrara di Cecanibbio a Castel di Guido, approfittando della visita guidata del CEA, che ricordate però di prenotare entro sabato 20 ore 12.30.

  • shares
  • Mail