Pile esauste, chi le raccoglie negli appositi contenitori?

A parole siamo tutti bravi. La raccolta differenziata dovrebbe essere pratica. E certi rifiuti sono talmente elementari che sembra impossibile sbagliare. Pensiamo alle pile. Esistono sistemi di raccolta, come il Cobat, ed esistono da tempo i contenitori per strada dove gettarle. Senza tutto il can can con cui si celebrano i nuovi cassonetti.

Il fatto è che, lo si evince dai commenti, la gente nemmeno sa dove siano questi famosi raccoglitori. Allora perché non costruire una mappa interattiva? Possiamo cominciare a farla anche da soli. Quello che vedete in foto si trova a Piazza Alessandria per esempio.

Anche perché, andando sul sito dell'Ama, fresco di restyling, bello e teoricamente funzionale, in effetti inserendo pile nell'apposito motore di ricerca "Dove si butta" ecco che appare il celebre contenitore. Ma dove si trovano? Proviamo a fare un piccolo test tutto nostro. Voi dove le buttate? Lo fate sempre? E siate onesti, tanto il voto è segreto.


  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: