Sciopero dei Trasporti Roma Tpl confermato per venerdì 19 novembre 2010: come sopravvivere alla mobilità in-sostenibile?

Flickr_Stay active_kennymatic

Dopo aver chiuso la scorsa settimana con una riflessione sulla mobilità più o meno sostenibile della capitale, ho iniziato questa con le stesse preoccupazioni e perplessità per quella sostenibile, e ancora di più per quella decisamente insostenibile.

Questo dopo aver dato uno sguardo alla mobilità capitolina e al mare di deviazioni che ci aspettano, e dopo la conferma dell'ulteriore rinvio dello Sciopero Nazionale del Trasporto Pubblico Locale, rimbalzato fino al 9 e 10 dicembre, che comunque venerdì non ci salverà dalle ripercussioni sulla periferia delle proteste delle varie anime sindacali della Roma Tpl e dalle astensioni dal lavoro delle 73 linee bus periferiche che gestisce il consorzio.

Ancora una volta, mezzi di trasporto troppo cari per le tasche e l’ambiente, infrastrutture inadeguate, e ovviamente gli scioperi, anche quelli revocati all’ultimo minuto, solo in parte, che rendono necessario il reperimento di forme di mobilità alternativa a quella pubblica spesso carente, ci obbligheranno tutti quanti a passare in rassegna le proprie risorse per affrontare la mobilità in-sostenibile della città.

Biciclette e prototipi con la pedalata assistita, mezzi più o meno verdi, lunghe passeggiate, 'skate, monopattini e rotelline affini', rischiò (?), taxi, e ovviamente le macchine .. tante macchine che faranno iniziare il traffico strombazzante sotto casa.

Certo saranno a rischio solo le partenze tra le 8.30 e le 17, e poi dalle 20 a fine servizio, stessa cosa per le linee notturne “n”, ma nel rispetto delle fatidiche fasce orarie garantite per legge, da inizio servizio e fino alle 8.30 e tra le 17 e le 20, potete aspettare Bus, Tram e Metro alla fermata, insieme ad una folla tra l'inferocito e il rassegnato che guarda sfilare mezzi già stracolmi in attesa di poter trovare uno spazietto nel prossimo.

Il Bike Thru Strike inaugurato lo scorso 22 ottobre nonostante il rinvio dello sciopero, potrebbe trasformarsi in una consuetudine per molti ciclisti urbani che utilizzano la bici come mezzo di trasporto alternativo quotidiano, e le preziose dritte e mappe condivise della comunità in rete per superare gli ostacoli della città. Ma gli altri?

Quale sarà la vostra ricetta per sopravvivere ad un altro venerdì di caos preannunciato?

Foto: Flickr

  • shares
  • Mail