I Dioscuri sul Colle, sempre più oscuri


Nomina sunt consequentia rerum. I romani lo sanno da sempre. Deve essere per questo che i Dioscuri in cima al colle del Quirinale, in una delle piazze più belle di Roma, vengono abbandonati all'oscurantismo del tempo e dello smog.

Oddìo, in effetti sono in un punto che non dovrebbe passare tanto inosservato (basti pensare che proprio lì spesso si danno appuntamento gli uomini sandwich che protestano isolati contro la Repubblica), ma forse il loro stato vuole proprio simboleggiare il difficile momento attuale. Siamo tutti un po' crepati.



Castore e Polluce comunque, ne hanno viste di peggiori. Sono Argonauti romanizzati. In tutti i sensi. Perciò aspettano, diligenti e muti, il loro momento di recupero, che non avverrà senza promozione, ne siamo certi.


  • shares
  • Mail