Roma arDente: Dar Poeta a Trastevere


È così raro trovare una pizza buona a Trastevere, di quelle caratteristiche alla romana, basse e ‘scrocchiarelle’, leggermente bruciacchiate ai bordi a tradire un’inequivocabile cottura a legna, ma al tempo stesso ‘trabordanti’ di condimento, che l’indirizzo che vi propongo oggi è davvero una bella sorpresa nascosta tra i vicoletti, affollati ormai solo di posti per turisti.

Dar Poeta è una di quelle pizzerie che ti rassicura, con il suo stile rustico e i modi spicci del personale: un’atmosfera della Roma ormai sparita, capace di farti svoltare anche il weekend più noioso o risollevarti il morale in una serata di pioggia, facendo spuntare il sorriso a rileggere alcuni versi del Belli (eh sì, è proprio lui il poeta in questione) stampati sui tovaglioli di carta.

Non potete perdervi le bruschette miste: vi porteranno quelle che sono disponibili al momento, senza possibilità di scelta, ma non preoccupatevi perché sono una migliore dell’altra! L’ultima volta che ci sono stata, ci sono capitate la classica al pomodoro, poi alla crema di olive, con pomodori e salsa rosa, al pecorino, al gorgonzola e miele, con la crema di peperoni, con stracchino e ciauscolo, ai funghi.

Non ci facciamo mancare nulla, e così ecco la mia pizza parmigiana (con pomodoro, mozzarella, melanzane e parmigiano grattugiato sopra) , ma ce ne sono anche di più particolari, come quella bianca al ciauscolo, mozzarella, zucchine, aglio e peperoncino, o quelle dai nomi evocativi come ‘la patataccia’, che non si può descrivere, ma soltanto assaggiare.

Con qualche birra chiara alla spina e coca cola a volontà, i dessert non ci entrano proprio nello stomaco, sostituiti da digestivi come grappe, amari e limoncello, e alla fine l’esborso rientra nella ventina di euro: anche di conti così, a Trastevere non se ne trovano più.

Dar Poeta
Vicolo del Bologna, 45
00153 - Roma
Tel 065880516
Chiuso mai
www.darpoeta.com

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: