Autunno Romano: le foglie cadono tra poesia, allagamenti e interventi straordinari di pulizia

Ama_Nuovi_mezzi_al_lavoro

L’autunno romano è una poesia di colori, fragranze e suoni che si adagia sulla città, con le foglie gialle-rosso-arancio-marrone che danzano con il vento prima di trasformarsi in un letto vegetale scricchiolante e odoroso dalle mille sfumature.

Purtroppo la quotidianità affianca alla versione poetica anche quella pratica, con ettari di foglie che vanno ad intasare fogne e tombini creando straripamenti e allagamenti ad ogni scroscio d’acqua, dei quali potreste anche avere un ricordo fresco, e un tantino 'umido'.

Le polemiche infuriano insieme alle foglie, mentre qualcosa come 2300 operatori ecologici (100 in più dello scorso anno) forti dei 1.200 nuovi mezzi dell’Ama, spazzano e aspirano foglie nelle oltre 200 strade alberate della Capitale.

Sembra che la "situazione di routine" contempli anche interventi straordinari sono stati programmati su tutto il Lungotevere e su grandi arterie come via di Tor Pignattara (Municipio VI), via della Magliana e viale Marconi (Municipio XV), piazza N.S. di Guadalupe e via della stazione di Monte Mario (Municipio XIX), viale Tor di Quinto e via Cassia (Municipio XX).

Meglio non pensare a quando le nuove piantumazioni della capitale saranno ultimate o ci troveremo in una situazione d’emergenza, però chissà .. riorganizzando un po’ i turni e assumendo qualche nuovo precario, magari si riesce a tamponare un po’ la cosa, in alternativa si può sempre dare la colpa alle forze della natura, alle 'mezze stagioni', al Padre Eterno, o se preferite a chi pensa di farne le veci ..

  • shares
  • Mail