La Tana della Lupa: punto giusto

Spettacolo a San Siro. La Roma si fa riprendere due volte da un Milan gagliardo. Non sono questi i punti persi per strada, anche se Garcia ammette le prime pecche difensive della stagione.


Devo dire subito che io mi aspettavo la beffa. Perché conosco bene i meccanismi del campionato italiano. E so che in queste partite il Milan si esalta sempre.

Quindi non sono deluso come troppi tifosi (ormai abituati chissà perché a essere tanto esigenti, cosa facevano nelle scorse stagioni? harakiri?). Anzi. Sono rimasto piacevolmente sorpreso dal carattere di Rocchi. Chissà se anche con Galliani al vecchio posto sarebbe stato lo stesso.

La Roma comunque fa paura, il Milan fa l'operaio. Si difende e mena. Con grande umiltà, spinti da un generosissimo Kakà che pare Gattuso (anche se andava espulso per gli applausi). Fino alla fine la Roma prova a vincerla. Due volte in vantaggio, due volte ripresi. Questa è l'unica brutta notizia.

Perché in difesa siamo per la prima volta in affanno in troppe circostanze. L'infortunio di Castan si sente, sebbene Burdisso faccia una bella prova. Ma sono Maicon e Dodò che fanno acqua. Pjanic manca tanto, Totti entra a motore freddo. Destro fa il suo.

Peccato non aver chiuso quando si poteva. Poi Balotelli poteva castigarci del tutto. Queste sì sono le partite che perdevamo una volta. Ma non sono le partite beffa che tradizionalmente ci fanno perdere i campionati (mentre con Sassuolo e Cagliari..)

voti e pagelle

De Sanctis 6,5 Attento, incolpevole sui gol. Posizione sempre perfetta su Balotelli.

Maicon 6 Quando sale si ricorda bene il campo e lo stadio. E fa male. Ma poi di dimentica che con quella maglia dietro restavano Zanetti, Samuel, Lucio, Cambiasso e pure quello swarovsky di Chivu. Zapata è totalmente solo prima del gollonzo. Perchè?

Castan 6 Si fa male in maniera strana. Ed è un bel guaio. Esce per Burdisso 6 Fa il suo, con grinta e puntualità. Ma nell'occasione del secondo pareggio ci mette del suo.

Benatia 7 Resta il baluardo della difesa. E che baluardo. Annulla Balotelli. Che ci prova con tutti i mezzucci più patetici. Rocchi non ci casca. Bravo.

Dodò 5,5 A me dispiace ma non posso promuoverlo. Perché tutte le cose belle che fa, come nell'azione del vantaggio, poi le spreca con gli errori. Il retropassaggio a De Sanctis da cui poi nascerà il corner del pareggio di Zapata. Rischia un rigore su Kakà. Poi l'errore su Muntari che lo beve manco fosse Ronaldinho.

De Rossi 6 Tono basso, troppo basso per Daniele. L'assenza di Pjanic lo costringe a doppio lavoro, e in fase propositiva soffre. Il giallo stupido in avvio lo frena ancora di più. C'era un rigore enorme su di lui.

Bradley 5,5 Se penso che è la prima scelta quando manca uno dei 3 in mezzo, mi sento male. Non può essere sempre Udine. Infatti non lo è.

Strootman 7,5 Visto che gli altri mancano all'appello, è lui che si prende la squadra sulle spalle. E diamine, che prova. Contrasta, rilancia, si propone, assist per Destro e rigore perfetto. Che nessuno ce lo tocchi. Mai.

Ljajic 5,5 Vedi Dodò. Fa cose egregie, come nel primo gol. Quando porta palla può trascinarsi dietro la difesa avversaria intera. Poi spreca male grandi occasioni ben costruite. Adam su quell'incrocio devi tirare. E fare gol. Esce per Florenzi s.v. disperato tentativo, coraggioso, di vincerla.

Destro 6,5 Al posto giusto nel momento giusto. Quasi sempre. Il vero bomber. Nell'area piccola. Quando viene a prendere palla a centrocampo.. Anzi, Mattia, perché vieni a prendere palla a centrocampo? Esce per Totti 6 Farlo entrare a freddo, in tutti i sensi, nel momento peggiore della Roma, non è geniale. Ma la staffetta era programmata. Se eravamo sul 3 a 1 era bingo.

Gervinho 6,5 Il solito spacca difese. Quando vola via gli altri tremano. Peccato che rivede le nebbie della prima parte della stagione. Qualche errore di lucidità di troppo.

Garcia 6,5 L'avevi preparata bene. Per me. Anche per la sorpresa Destro quando tutti si aspettavano Totti. L'assenza di Pjanic, ti costringe a Bradley. Come sempre a fine partita sei lucidissimo. Va bene il punto, questo è San Siro. La Roma ha giocato come vuoi, davanti, ma dietro no. C'è un passaggio a vuoto nella seconda parte della gara che ti allarma. Si è capito. Contro il Catania mancheranno tanti pezzi grossi. Troppi.

  • shares
  • Mail