Rino Gaetano a Roma: 'Avrei voluto un amico come lui' a teatro

"Avrei voluto un amico come lui", omaggio teatrale a Rino Gaetano, al Teatro delle Muse di Roma, dal 31 dicembre 2013 ad aprile 2104.

?

A capodanno si fanno i botti e si tirano le somme, si spera nell'anno nuovo salutando quello vecchio, si guarda tutto quello che ci siamo lasciati dietro le spalle, per buttare lo sguardo avanti.

Tra scaramanzie, riti propiziatori, riflessioni sagge ed eventi che si incastrano nel mezzo, o finiscono negli angoli, aspettando la fine dell'ultima notte dell'anno, c'è anche chi suona ballate, per ricordare quella faccia spavalda anche senza cilindro, la voce ruvida e i testi surreali, poetici, ironici, profetici, che cantano inni alla vita anche dopo che la festa è finita.

Una pièce teatrale dedicata a Rino Gaetano, al talento controverso e introverso, consumato troppo in fretta dalla vita, ucciso mille volte da ipotesi e teorie, dopo l'incidente d'auto sulla via Nomentana, e il tour di ospedali troppo affollati.

Un omaggio alla voce sopra le righe, la musica leggera e le parole pesanti, che attraversano l'Italia con una critica sociale troppo sottile e aguzza per squarciare coscienze sopite. "Avrei voluto un amico come lui".

Un omaggio a Rino Gaetano con la regia di Bruno Bucciarelli e Angela Turchini, pronto ad esplodere come i fuochi d'artificio il 31 dicembre, andando in scena con David Gramiccioli al Teatro delle Muse di Roma, dalle ore 22.30.

La vendita dei biglietti può essere effettuata solo presso il botteghino del teatro, in via Forlì 43, dalle ore 11 alle 13 e dalle 17 alle 20, mai di mercoledì (Tel. 06.44 23 36 49 - 06.44 11 91 85 – 331.6194477).

Si torna in scena anche dal 15 al 17 aprile 2014, alle ore 21.00, questa volta però il prezzo del biglietto è di 15Euro e parte dell'incasso sarà devoluto all'Associazione Rino Gaetano.

Ps: A tutti gli amici e fan di Rino la compagnia del teatro artistico d'inchiesta ricorda inoltre che sono a disposizione, grazie a Marco Ippoliti, Domenico Alera, Emanuele Pirri e Pinti Daniele, biglietti per chi è disoccupato, pensionato a basso reddito e famiglie indigenti.

Via | Facebook

  • shares
  • Mail