Lunedì 16 dicembre 2013 a Roma: sciopero del trasporto pubblico e stop dei veicoli più inquinanti

La mobilità della capitale si prepara alla settimana pre-natalizia, inaugurata dallo sciopero del trasporto pubblico, un nuovo stop dei veicoli più inquinanti, e tutto quello che rischia di fermare lo smog.

Come già segnalato, il trasporto della settimana che aspetta le feste nella capitale, parte stonato sin da lunedì 16 dicembre, a causa dello Sciopero Nazione del Trasporto Pubblico che influirà su quello privato, con l'aggravante delle condizioni atmosferiche che continuano a fermare i veicoli più inquinanti.

Di sicuro per ora ci sono le 4 ore di sciopero indetto per lunedì da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl-Fna, Faisa-Cisal, che dalle 8.30 alle 12.30, mette a rischio il normale ’servizio già precario’ di metro, bus, tram, ferrovie Roma-Lido, Roma-Civitacastellana-Viterbo e Termini-Giardinetti, insieme agli ausiliari del traffico e il personale addetto alla verifica e alle biglietterie, alle linee periferiche gestite da Roma Tpl, e quelle periferiche di Cotral SpA.

Agitazione che cade nell’ultimo giorno utile per scioperare, prima che entri in vigore la franchigia che ne proibisce ogni forma dal 17 dicembre al 7 gennaio, ma potete star tranquilli perché per l'08 gennaio 2014, la Filt-Cgil ha già indetto lo sciopero di Cotral SpA negli impianti di Ponte Mammolo, Tivoli, Subiaco e Palombara, dalle ore 8.30 alle ore 16.30.

In ogni caso, quello di lunedì 16 dicembre sarà solo un antipasto di manifestazioni e proteste già paventate da autisti e personale di servizio Atac, caschi bianchi, studenti, lavoratori, precari e Forconi.

Dopo una settimana di stop della circolazione dei veicoli più inquinanti, che non ha salvato il weekend, e due giorni di targhe alterne, le condizioni della qualità dell’aria monitorate dalle centraline della capitale, seppur leggermente migliorate, e con la pioggia in vista, restano abbastanza critiche da indurre l’amministrazione a confermare lo stop della circolazione per i veicolo più inquinanti anche per lunedì, con le solite modalità ed eccezioni, valutando con attenzione ogni possibile soluzione da adottare nei prossimi giorni, in considerazione della mobilità intensificata dal periodo natalizio, ma è più di un rischio il ritorno delle targhe alterne per martedì e mercoledì, raddoppiabili sino a venerdì.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail