Roma da (a)mare: a Novembre dove l’orizzonte incontra il mare

Pineta Castel Fusano

Anche se non vivete come me in un palazzo transennato, tra calcinacci polverosi e un traffico di muratori che spicconano tutto il giorno direttamente nel cervello, una piccola fuga sul litorale con la sottoscritta e Roma da (a)mare potrebbe comunque giovare al buonumore.

Sabato a piedi dal Borgo Medioevale di Ostia Antica agli Argini del Tevere che scorre placido portandosi via ogni tensione, o domenica in bicicletta lungo i sentieri verdi e profumati della Pineta di Castel Fusano, il Centro di Educazione Ambientale continua ad offrire visite guidate e valide ragioni per avventurarsi in direzione della costa.

Dove l’orizzonte incontra il mare non mancano del resto attrazioni di altro genere, dalla “Partita del Cuore Mauro Macci” disputata sabato pomeriggio tra Polizia di Stato e Nazionale Attori allo Stadio Giannattasio – Stella Polare di Ostia, alle iniziative dell'Ass. Cult. Affabulazione per restituire ritmo e vigore a corpo e umore, tra le percussioni ancestrali del DrumCircle aperto a grandi e piccini, all’incontro tra percussioni giapponesi e sonorità del Flamenco del Taiko Flamenco Duel.

Varietà che domenica contempla una bella corsetta mattutina con la 2^Edizione della “Ecomaratonina di Castelfusano”, un pomeriggio a teatro nella Roma di ieri con In Nome del Papa Re di Magni, e volendo anche una serata tra libri gialli, proiezione di film e cenetta con Umberto Lenzi, il regista di Poliziotteschi come Roma a mano armata e La banda del Gobbo, apprezzato e rivalutato anche all’estero da registi come Quentin Tarantino, Joe Dante e Tim Burton.

  • shares
  • Mail