Automatic Free Shop a Roma, li avete mai usati?


Brutti son brutti. Colori troppo accesi, illuminazioni oscene, squallidi interni. E a vederli così, quotidianamente, sembrano anche poco frequentati. Stiamo parlando degli Automatic Free Shop che spuntano ultimamente negli angoli romani battuti dal turismo. Dei piccoli self service automatizzati, dove puoi prendere caffè, bibite, snacks, cambiare soldi, e ora anche giocare alle slot.

Sono anche tristi. Se pensi agli antichi negozi (come Paradisi a via San Marcello, che ora vedete nella galleria fotografica insieme a quello di Corso Rinascimento) che gli hanno lasciato il locale. Tuttavia non possiamo che preferirli agli orrendi banchetti e furgoncini degli ambulanti. I temibili "bibbitari", noti anche per la loro onestà di venditori...



In molti paesi (pensiamo al Giappone) i servizi automatici sono ovunque per strada. Voi che ne pensate? L'unica cosa che ci sentiamo di aggiungere è: Qualcuno ha mai provato effettivamente questi nostrani? Funzionano? Rappresentano il futuro del mercato del turistame all'ingrosso?


  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: