Auto travolge folla alla fermata del bus: la confessessione del pirata

Finita la caccia delle persone a bordo dell'Audi che ha travolto una folla alla fermata del bus sulla via Palmiro Togliatti, ferendo cinque persone.

10 dicembre 2013

Le indagini iniziano a far luce sulla dinamica degli eventi, con la 25enne romena residente a Tivoli, che si è presentata con l'avvocato nella sede del VII gruppo Appio, in via Macedonia, confessando di essere stata alla guida dell'Audi TT nera che lo scorso sabato ha causato il maxiincidente sulla Palmiro Togliatti.

La confessione di una ragazza che aveva conosciuto il 20enne di Sacrofano due settimana prima, già guidato la macchina sportiva del padre pur non avendo la patente, presa di nuovo in prestito per andare a prendere prendere due amici alla stazione di Tivoli per accompagnarli poi a Centocelle, ma svoltano a destra in via Palmiro Togliatti...

"Mi è sembrato di aver investito un animale, le ruote sono andate da sole e sono scoppiati gli airbag. Quando sono scesa ho subito chiesto alla conducente della Smart se fosse tutto ok. Poi abbiamo visto passare una macchina dei carabinieri e siamo scappati".

Poi chiama il ragazzo, restato a casa con il cane, che decide di coprirla denunciando il furto dell'auto e in seguito la versione raccontata ai vigili, e per questo è stato denunciato per simulazione di reato e favoreggiamento, mentre la ragazza resta per ora agli arresti domiciliari per omissione di soccorso e guida senza patente. Mancano ancora all'appello i due amici presenti nell'Audi al momento dell'incidente, a quanto pare entrambi romani, che rischiano di essere denunciati per concorso in omissione di soccorso.

9 dicembre 2013
Le indagini sui documenti hanno attestano la proprietà del veicolo ad un ventenne di Sacrofano, che a quanto pare ha denunciato il furto una mezzoretta dopo l'incidente, che sarebbe avvenuto mentre lui e le chiavi dell'auto che sono sparite, erano nella casa di Tivoli di un’amica romena.

Chiavi dell'auto che a suo dire avrebbe gettato per rabbia sul divano dell'amica, dopo aver scoperto il furto, ma al momento anche la presunta amica risulta introvabile come le chiavi, che non sono state rinvenute neanche dentro l'auto, ma visto che non risulta forzata, probabilmente sono state usate per aprirla.

A confermare il racconto del giovane, ancora pieno di misteri, concorrerebbero capelli troppo corti, il suo avvistamento a Tivoli nei tempi dichiarati, troppo pochi per commettere il reato.

8 dicembre 2013
È ancora aperta la caccia alle persone a bordo dell'Audi nera che, ieri pomeriggio intorno alle ore 18.15, sbandando ha colpito altre vetture e investito la folla di persone in attesa del bus alla fermata lungo viale Palmiro Togliatti, quasi all'altezza di via Prenestina, prima di darsi alla fuga.

Persone che hanno abbandonato il luogo dell'incidente mentre venivano prestati i primi soccorsi ai cinque feriti, trasportati negli ospedali più vicini, dei quali la più grave risulta essere una donna ricoverata al Pertini in codice rosso.

Il conducente dell'Audi scappato insieme ai due passeggeri dell'auto, che dalle testimonianze raccolte dai testimoni sembrerebbero un giovane dai capelli lunghi e due donne coetanee, una delle quale avrebbe anche rimesso fuori dal finestrino, tutti probabilmente alticci o drogati, sono ricercati per omissione di soccorso.

Partendo dagli elementi emersi dai verbali raccolti in serata dai vigili urbani del V gruppo Casilino, l'analisi delle registrazioni delle telecamere della zona, e i documenti ritrovato a bordo dell'auto abbandonata sul luogo dell'incidente, gli agendi continuano a condurre le indagini.

In aggiornamento

Foto | 06blog

  • shares
  • Mail