Gabriele Muccino torna a Roma (e si porta dietro Will Smith)

Il manifesto del filmC'è di che esserne contenti, senza dubbio: il cinema "romano" continua ad avere riscontri internazionali molto buoni. Dalla ormai francesizzata Bellucci - che romana romana non è, ma chiudiamo un occhio di fronte alle sue grazie - passando per il prossimo premio Oscar a Ennio Morricone, la Capitale ha dimostrato di poter sfornare ottimi artisti apprezzati sia dal pubblico che dalla critica.

Ultimo esempio di "romano d'esportazione" è Gabriele Muccino, che s'è trasferito con successo negli States e ora trionfa ai botteghini col suo nuovo "La ricerca della felicità" (attualmente al secondo posto nelle classifiche statunitensi). Ora è tornato nella Capitale, dove è stato accolto con calore alla prima romana del film. Ma si tratta solo di un ritorno momentaneo: il regista capitolino si è dichiarato infatti interessato a girare un altro film negli USA (e vorrei vedere, visto il successo che ha ottenuto).

Per chi volesse incontrarlo, gli amici di Queerblog ci segnalano oggi alle 18 un appuntamento alla Feltrinelli di Viale Marconi: Muccino parteciperà alla presentazione del libro di Chris Gardner da cui è tratta la sua pellicola. Insieme a lui - per la gioia delle sue fans - anche Will Smith, probabile candidato all'Oscar per la sua interpretazione.

Un'occasione insomma per chi volesse stringere la mano al regista, prima del suo ritorno negli USA. Il fratello Silvio no, quello ce lo teniamo noi.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: