La settimana dei Municipi: la lista delle priorità

Mentre la discussone sul riassetto degli enti municipali e sulla redistribuzione delle competenze territoriali si fa sempre più fitta e al tempo stesso lontana e difficile da comprendere per la maggior parte della popolazione, qualcuno, in città, fa le prove tecniche di Roma Capitale, tentando di capire come sarà.

In quest’ottica il Municipio X ha firmato in settimana un protocollo d’intesa con i Comuni di Ciampino, Frascati e Grottaferrata per avviare stabili rapporti di collaborazione in tema di trasporti e viabilità, urbanistica, politiche sociali, culturali ed economiche, proponendo di fatto un modello di governo che supera i confini amministrativi e interviene in una dimensione più integrata.

Qualcuno, inoltre, e non sono in pochi, sostiene che vada attribuito ai Municipi il potere d’intervento, tra le altre, in materia di contrasto ai cartelloni abusivi. Chissà cosa si deciderà; nel frattempo i cartelloni di fronte ai giardini di piazza Vittorio e in via Lanza, Municipio I, sono stati rimossi.

Restiamo in tema di decoro urbano: le news dal mondo della ‘monnezza’ ci informano dell’avvio di una nuova iniziativa di raccolta dei rifiuti ingombranti che si va ad aggiungere a quelle già esistenti. Si tratta di un servizio gratuito che si svolge in 184 diverse piazze romane, nei 19 Municipi, con un totale di 400 appuntamenti al mese ed è riservato alle utenze domestiche, con l’obiettivo di incrementare le percentuali di raccolta differenziata in città.

Domani, invece, sempre con il supporto dell’Ama, commercianti, scolaresche e abitanti del quartiere Cassia (Municipio XX), imbracceranno scope, spugne e secchi per dare una pulita all’area intorno al sottopassaggio del civico 720 e al parco intorno alla Tomba di Publio Vibio Mariano.
È affidata a professionisti, invece, per forza di cose, la riqualificazione di Villa Lais, nel Municipio IX, in seguito agli atti vandalici di cui è stata oggetto nei giorni scorsi. Oltre a risistemare la cancellata, i muretti e i tombini divelti, si procederà con potature e messa in sicurezza dell’area giochi.

Sono ville anche la Leopardi, la Paganini e il Parco Nemorense, tutti siti nel territorio di competenza del Municipio II. I consiglieri locali di La Destra denunciano lavori iniziati e misteriosamente interrotti oppure mai partiti, come invece doveva già essere fatto da tempo, puntando il dito contro l’amministrazione comunale.

Se la passa male anche l’ospedale traumatologico della Garbatella, nel Municipio XI, meglio noto alla cittadinanza come Cto: passato sotto la scure della Polverini, che ha tagliato 71 posti letto, chiuso il Pronto Soccorso e l’Unità spinale, ora rischia addirittura la sua esistenza. Per questo nella zona si è svolta una fiaccolata di solidarietà.

Hanno già chiuso i battenti, invece, a causa dell’operato del Municipio XII, almeno così recita la denuncia dell’Italia dei valori locale, tre istituti scolastici del quadrante sud: il 75esimo circolo didattico Eur, il 143esimo circolo didattico Tosi nel quartiere Giuliano Dalmata e la scuola media Nistri-Respighi a Spinaceto.

Per tante strutture importanti che chiudono, finalmente una che apre: è il centro anziani ricavato nella Torretta di piazza dei Consoli, Municipio X, che oltre ad ospitare attività e iniziative rivolte alla terza età, diventerà la Casa della Partecipazione.

Anche nel Municipio IV l’attenzione agli anziani è una priorità: con una delibera approvata all’unanimità si favorisce lo scambio intergenerazionale all’interno dei centri sociali anziani del territorio. Ciò coinvolgerà in particolar modo realtà associative e del terzo settore disposte ad ampliare la propria offerta culturale.

Sempre in tema di salute e sempre nel Municipio IV, grazie a un accordo tra Coldiretti e Agrimercato, si svolgeranno con cadenza quindicinale i mercati di Campagna Amica in aree apposite al Nuovo Salario, Prati fiscali, piazza Sempione e Vigne Nuove.

Il Municipio XII, invece, vuole essere sempre più vicino ai suoi abitanti, così ha aperto nel centro commerciale Euroma 2 uno sportello virtuale in cui i cittadini potranno entrare in contatto con l’Urp. Chiunque ne abbia bisogno, quindi, potrà rivolgersi anche qui, oltre ai noti uffici in via Ignazio Silone o al servizio chat su internet.

Presto in un’area non ancora meglio precisata del Municipio XIII, e comunque vicino al mare, sorgerà un quartiere ‘energetico’ dove le case, per i cittadini, saranno praticamente a costo zero: dalla vendita dell’energia pulita prodotta, infatti, ricaveranno i soldi per pagare il mutuo. Saranno tute villette tipo a schiera, di due-tre piani massimo, con una forte compatibilità ambientale.

Non si sa quando e soprattutto se aprirà, invece, la nuova caserma dei carabinieri chiesta a gran voce dal Comitato di quartiere di Castelverde, nel Municipio VIII Le Torri. Qui, pensate, per un’area abitata da oltre centomila persone, con un boom edilizio degli ultimi anni tra il centro commerciale Roma Est e i quartieri Ponte di Nona, Lunghezzina, Corcolle, Villaggio Prenestino ecc., ci sono solo 7 carabinieri a disposizione della cittadinanza. Uno stabile adatto allo scopo sarebbe già stato individuato.

Infine, questa settimana ci lasciamo con una curiosità: stando all’ultimo censimento, datato 2008, dell’ufficio statistica del Campidoglio, la comunità cinese a Roma, con 9572 persone (mah…) risulta essere la settima per presenze ed è impegnata particolarmente in attività commerciali e di ristorazione. Che c’entra con i Municipi? Eccovi il dato: la maggioranza vive nel VI, poi nell’I e nell’VIII. A venerdì prossimo.

  • shares
  • Mail