Roma EuroPride 2011: dieci giorni dall'Esquilino a tutta la città

Roma EuroPride 2011

Il Circolo Mario Mieli è al lavoro già da due anni per presentare all'Epoa - la European pride organizer association, l'associazione che gestisce il marchio - un progetto dettagliato che spieghi come verrà organizzato l'evento. Parliamo dell'EuroPride 2011, la manifestazione dell'orgoglio della comunità Glbt (Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender) prevista a Roma per il prossimo giugno 2011.

Centro nevralgico e 'quartier generale', il multietnico Esquilino, a partire da piazza Vittorio, dove verrà istallato l'Europride Park, con stand, attività culturali e incontri. Il Comune è d'accordo, anche se gli organizzatori sono scettici sulla possibilità di un patrocinio, nonostante il Mieli evidenzi proprio l'importanza a livello turistico per la Capitale: sono previste oltre un milione di persone e potrebbe essere l'occasione per dare una prova di buona amministrazione e di buona politica.

Si partirà con una serata di Gala al Teatro Sistina, ma ci sarà anche una mostra ospitata al palazzo delle Esposizioni, rappresentazioni teatrali all'Eliseo ed eventi cinematografici al The Space di piazza della Repubblica. Concerti al Teatro Brancaccio e allo studio un accordo con il Teatro dell'Opera per ospitare spettacoli di lirica.

Un progetto ambizioso che cerca sponsorizzazioni importanti e spera di non incappare in tutte le polemiche e gli ostacoli sperimentati durante il Pride del 2000, l'anno del Giubileo: l'Italia infatti, è stata scelta dall’Epoa anche per solidarietà internazionale. La situazione dei diritti, da noi, è deficitaria: secondo Mark Chapman, presidente dell'associazione europea "non ha leggi che tutelano la comunità Glbt. Spero che questo Europride possa portare al centro dell’agenda politica queste problematiche".

Entro un mese il Circolo Mario Mieli aprirà un InfoPoint, che sarà anche negozio, nella Gay Street di via San Giovanni in Laterano. Si chiamerà "Souvenir" e, oltre a fornire informazioni sull'evento, venderà gadget, libri e giocattoli. L'obiettivo è di farlo diventare nel tempo, anche un punto di riferimento permanente per la comunità.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: