“Orto in condotta” per le scuole verdi di Roma

Orto_in_Condotta_Slow_Food_educa_Roma

Le scuole romane che raramente brillano per la loro efficienza, e al momento sembrano più preparate sul calendario di scioperi e rappresaglie che su quello delle lezioni, non si può certo dire che manchino di iniziative educative, o che queste pecchino di mancanza di originalità e buona volontà.

Tra le ultime approdate in campidoglio spicca quella promossa dal Comune di Roma e Slow Food per portare la ‘buona alimentazione’ sulle tavole dei giovani alunni della capitale, così se una volta il 7 in condotta bocciava, ora l’Orto in condotta regala educazione ambientale ed alimentare anche tra i più piccoli.

Il programma educativo quanto meno “ambizioso” già diffuso in parecchie scuole italiane, approda anche a Roma partendo dalle basi, 'educando alla sana alimentazione ed al valore dei prodotti regionali' i più piccoli, dotando di orti innanzi tutto le scuole primarie e dell'infanzia di ciascun Municipio, e con il tempo magari anche altre realtà comunali come centri anziani, ospedali e lo stesso Campidoglio.

Oltre a beneficiare dell’esperienza di esperti del settore enogastronomico, di nutrizionisti, ma anche di chef come Heinz Beck e Angelo Troiani, l’orto in condotta puntando sulla qualità, prevede anche visite guidate in aziende agricole e fattorie che seguono il principio biologico, e più in generale «cerca di immaginare uno sviluppo urbano diverso», che dai bambini passa agli adulti.

Il progetto oltre ad essere ambiziosetto per scuole costrette ad adottare banchi e lavagne, sembra anche spingersi controcorrente proponendo un modello di educazione alla sostenibilità che non va sempre a braccetto con ‘la logica del profitto’ imperante, ma chissà che la cosa non agevoli con il tempo un 'ritorno alla Terra e all’agricoltura' di tutte quelle famose braccia che gli sono state strappate ..

  • shares
  • Mail