Dal 2014 Roma e Lazio prenotano visite e pagano ticket direttamente in farmacia

Dai primi mesi del 2014, le prenotazione di visite mediche specialistiche e il pagamento del ticket si potranno effettuare direttamente nelle farmacie di Roma e Lazio.

L’accordo appena siglato da Regione Lazio, Confeservizi, Federfarma e Farmacap (l'azienda delle farmacie comunali di Roma) arriva ad alleggerire la fila e la trafila per le prenotazione di visite mediche specialistiche e il relativo pagamento del ticket, che si potrà effettuare direttamente in farmacia dai primi mesi del 2014.

Ovviamente questa è un' ottima notizia per le grandi farmacie super evolute e dotate di numeretti a chiamata rapida, con tanto personale agile e sveglio a disposizione, molto meno per quelle vecchio stampo, la cui lentezza riesce a creare file anche con quattro persone raffreddate che hanno solo bisogno di aspirina e sciroppo.

I vantaggi del resto saranno molteplici, per il sistema sanitario regionale, che prevede di tagliare oltre 13 milioni di euro l'anno dai conti della farmaceutica, per le farmacie trasformate in terminali distributivi di alcune tipologie di farmaci ad alto impatto per costo e diffusione, necessari per lo più a malati cronici di diverse patologie (cardiache, oncologiche, antipsicotici per la cura del diabete, antivirali, ormoni della crescita, della fertilità e a supporto della chemioterapia).

Farmaci che verranno acquistati direttamente dalla Centrale Unica degli Acquisti regionale, con sconti dal 50% al 70% rispetto a quanto costerebbe se li comprassero le farmacie, chiedendo ovviamente poi il rimborso alla Regione Lazio.

Un vantaggio per tutti, che rafforza ovviamente la posizione delle farmacie nei confronti della concorrenza paventata dal proliferare delle parafarmacie e i farmaci finiti sugli scaffali della grande distribuzione.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail