Sottovia Ara Pacis e nuova piazza Augusto Imperatore: si parte tra sei mesi - Tutto pronto nel 2013

Il sottovia Ara Pacis, la nuova piazza Augusto imperatore, ed il parcheggio interrato da 308 posti sotto passeggiata di Ripetta stanno per trasformarsi da sogni in realtà. I tre progetti "tardo veltroniani" sono stati ripresi dal sindaco Alemanno che ieri pomeriggio, in una conferenza stampa, ha annunciato di voler realizzare entro il 2013.

Vediamo come. I cantieri per la ralizzazione del tunnel, ma anche quelli per la sistemazione di piazza Augusto Imperatore sulla base del progetto vincitore del concorso bandito da Veltroni, ovvero quello dello studio Cellini, dovrebbero partire nella primavera del 2011. Il tunnel dell'ara Pacis costerà 26,4 milioni e sarà realizzato in project financing dai privati. Chi lo costruirà avrà un ritorno economico grazie agli introiti del parcheggio sotterraneo da 308 posti auto. Il restyling della piazza costerà 17 milioni, tutti soldi pubblici.

Il bando di gara per il promotore dei lavori del tunnel e quello per l'appaltatore della piazza saranno pubblicati entro 2 settimane. In primavera i cantieri e, data un po' sospetta vista la presenza delle elezioni, a metà 2013 tutto sarà pronto. Il sottopasso dell'Ara Pacis sarà lungo 600 metri: si entrerà dopo ponte Cavour e avrà due uscite: la prima sul lungotevere in Augusta, altezza passeggiata di Ripetta, e la seconda all'entrata dell'attuale tunnel che porta all'ex ministero della Marina. Il nuovo sottovia permetterà anche la rimodulazione, o scomparsa, del muretto della discordia del complesso disegnato dall'architetto Richard Meyer.

Secondo Alemanno "il progetto è di fondamentale importanza per l'intera riqualificazione dell'area. Ci sarà un po' di disagio alla viabilità, che sarà deviata, così come quando sono stati realizzati altri tunnel. Inoltre il muretto non ci sarà più e quindi le chiese barocche del lungotevere saranno di nuovo ammirate senza occlusione visive. Scomparendo la strada ci sarà poi molto verde che renderà più sostenibile la famosa teca e l'area del mausoleo d'Augusto".

Il sottopasso permetterà la pedonalizzazione del lungotevere per un tratto di 600 metri e, insieme ai parcheggi del Galoppatoio e di lungotevere Arnaldo da Brescia (fermo da anni), sarà propedeutico alla pedonalizzazione del tridente. Gli attuali platani del lungotevere non saranno abbattuti. Il parcheggio sotterraneo da 308 posti,sarà così suddiviso: 120 posti saranno venduti mentre 188 saranno gestiti a rotazione e in abbonamento. "E' esclusa- ha detto l'assessore all'urbanistica Corsini- la possibilità di recuperare il porto di Ripetta. Non solo, secondo i nostri tecnici, di antiche vestigia non resta nulla ma bisognerebbe anche spostare ponte Cavour".

La piazza, infine. Il progetto dello studio Cellini (foto qui in basso) prevede la creazione di aree verdi ai quattro lati della zona quadrata nella quale sorge il mausoleo, la copertura dell'attuale sistema di scalinate e la creazione di due grandi rampe centrali proprio di fronte all'entrata del monumento, partendo dalle chiese barocche. L'intera area sarà semipedonalizzata.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: