Zingari e rapimenti dei bambini, chi ha paura e perché?

Dopo la notizia dello sventato rapimento di un neonato a Ponte Mammolo, da parte di una "zingara", si torna prepotentemente a parlare di nomadi, rom e bambini. Ecco il sondaggio di 06blog. Avete paura?

Quello che è successo alla stazione della linea B di Ponte Mammolo, è noto quasi a tutti. L'articolo forte e crudo di Laura Bogliolo de Il Messaggero non lascia scampo:

Il tentativo di una nomade bulgara di 25 anni di rapire un piccolo di solo 8 mesi. "Un braccio che afferra" il bambino e lo porta via. Una mamma (Giovanna Crielesi, 36 anni) che grida, che chiede aiuto, nel quartiere deserto di San Basilio, poi eroiche ragazzine sedicenni che assistono al sequestro ed intervengono a difesa del bimbo.

Le guardie giurate dell’Italpol che si precipitano e bloccano la nomade, che viene arrestata con l’accusa di tentato sequestro di persona e portata nel carcere di Rebibbia. La nomade risiede in un campo nomadi a Striano, in provincia di Napoli.

Ecco. Questi sono i fatti. Pazzeschi. Impensabili. Così lontani dallo scandalo delle baby squillo e le polemiche sull'Atac. Eppure è cronaca vera. Autentica.

Tutto ciò accade proprio dopo lo scagionamento, a dir la verità passato in sordina, della famiglia rom in Grecia con la piccola bimba bionda.

Mentre qualcuno si affannava a sostenere che l'accanimento contro i nomadi è falso, ipocrita, razzista.. Ecco la nuova sconcertante notizia. Chi ha ragione allora? Cosa ne pensano i nostri lettori? Avete paura degli "zingari" se avete bambini? Perché?

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: