Roma da (a)mare: sul litorale per degustare cibo & cultura, musica & natura

Barca_Canale_dei_Pescatori_Porticciolo_Ostia

Roma da (a)mare, anticipato dallo speciale Sagra della Tellina e dai tre giorni di tradizioni, musica, spettacoli e tutte le telline che non avete visto durante l’estate, torna a sbirciale gli altri eventi del litorale romano e laziale, per la gioia di quanti vogliono continuare a godere dei benefici della bella stagione ancora per un po’.

Sulla spiaggia, al borgo o in biblioteca, cibo e cultura continuano ad animare il fine settimana di Ostia, dalle spaghettate con le telline servite anche per celiaci al Borghetto dei Pescatori di Ostia, alle proiezioni con degustazioni di un Fotogramma nel Piatto alla Biblioteca Elsa Morante, con “Un tocco di zenzero” di Tassos Boulmetis seguito dalla degustazione del Biorestaurant Zenzero.

Forti delle previsioni meteo e della mappa dei trasporti pubblici della zona, tra le tante buone occasioni per fare un salto ad Ostia, sabato 18 c’è anche un torneo di scherma in Piazza Anco Marzio (Info:3477134098) e allo stabilimento Mediterranea di Capocotta, la premiazione delle foto del litorale romano scattate ed esposte durante l’estate per il concorso “Un Mare di Passione”.

Se nel fine settimana il porticciolo del Canale dei Pescatori si animerà con le barche della processione del “Matrimonio con il Mare”, il Porto Turistico di Ostia tornerà ad ospitare la mostra a cielo aperto dalle tele del Circolo Viani, mentre l’incontro d’autore di Approdo alla Lettura sarà venerdì 17 alle 21.00 con “Memorie di una cagna” di Francesca Petrizzo, seguito dal Concerto dei “The Level“.

Dopo tante esibizioni on the beach il regga e lo ska della band romana Radici nel Cemento venerdì 17 accarezzerà gli spalti del suggestivo Anfiteatro Romano di Ostia Antica, mentre l’Hemingway di Fiumicino chiude la stagione dedicando il venerdì al Torneo di Biliardino e il sabato a regalare gelati a grandi e piccini fino ad esaurimento scorte, tra balli, musica e divertimento.

Per gli amanti di paesaggi naturali e aspiranti esploratori dei tesori custoditi dalla Riserva Naturale Statale del Litorale Romano, domenica pomeriggio il CEA ha in serbo un’escursione alla Torre Primavera e alla Foce tragicamente “mobile” dell’Arrone, per ristorarsi all’ombra profumata dei boschi idrofili, con la colonna sonora di numerosi insetti e uccelli che abitano la macchia, la duna, e il fiume di quest’area compresa fra Fregene e Maccarese, un tempo coperta da Paludi.

  • shares
  • Mail