Roma Cerca Sponsor per la Cultura: dai musei alle scuole

Escaleras del museo del Vaticano, Vatican Museum stairs_Vvillamon

La crisi che non da tregua, anche se qualcuno è riuscito a metterla stand by per una piccola vacanza, e la percentuale di entrate battuta inesorabilmente da quella crescente delle uscite, tornano come voci difficili da ignorare nel menù settembrino della capitale.

Nonostante i rincari delle tasse, e i tagli alle spese che hanno lasciato briciole alla cultura anche se in modo selettivo, le casse di Roma sempre vuote come quelle dei suoi contribuenti tornano a caccia di sponsor.

Dopo la ricerca di sponsor e finanziatori per ristrutturare il Colosseo, anche i musei si mettono alla ricerca di idee, concorsi e soprattutto fondi per finanziare aperture straordinarie, visite guidate a tema e notturne anche di sabato, magari free dopo le 19.00.

Sul fronte della cultura di base, garantita a tutti almeno in teoria, se i tagli alla scuola rendono difficile fare previsioni sul decorso del nuovo anno scolastico a pochi giorni dall’inizio delle lezioni, non mancano certo le prime 'timide' avvisaglie.

La scuola non è ancora iniziata ma già critica e urgente sembra la situazione per le otto scuole materne ed elementari del Municipio I, così sfornite di tutto da indurre il mini-sindaco Orlando Corsetti ad invitare i privati ad 'adottare un banco o una cattedra'. E siamo al centro di Roma, chi può dire cosa ‘non troveranno’ gli studenti delle scuole di periferia il prossimo 13 settembre?

Foto: Flickr

  • shares
  • Mail