Decoro Roma: a settembre fondi per parchi, giardini e cartelloni abusivi

Cartelloni_Roma

Dopo viaggi all’estero e vacanze in capitali europee meglio organizzate della nostra, la Roma delle cartoline turistiche che fanno ogni anno il giro del mondo fa a dir poco sorridere, anche se in materia di ‘decoro urbano capitolino’ ci sono novità all’orizzonte.

Sul fronte dei manifesti abusivi, selvaggi e indecorosi della giungla d’asfalto, anche se c’è voluto un po’, sembrano spuntate fuori le risorse per eliminare 1000 impianti abusivi della cartellopoli romana, e soprattutto per chiedere alla Finanza di avviare un’indagine per risalire alla fonte del problema, ovvero alle agenzie che affiggono i cartelloni incriminati.

Passando dall’asfalto al verde, se i romani potranno presto adottare le Aree verdi sotto casa, e alcuni parchi affronteranno un restyling da Garbatella a Villa Gordiani, a fine settembre partirà il nuovo piano per il decoro di parchi e giardini con squadre di controllori e volontari.

Per i rifiuti veri e propri, se gli "spazzini-detenuti" si occupano delle aree archeologiche della Roma Imperiale, alla pulizia ordinaria e straordinaria dell’Urbe ci pensano gli operatori ecologici dell’Ama alle prese con il nuovo sistema di raccolta differenziata dei rifiuti, ancora parziale, scoraggiante e non del tutto efficiente, ma ci auguriamo sulla strada del perfezionamento.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: