"20keiTH": omaggio a Keith Haring e all'Arte Pubblica

20keiTH

Chi può dire cosa sarebbe riuscito a produrre e reinterpretare Keith Haring se non fosse morte a soli 31 anni? .. dopo Picasso, Matisse, o Alechinsky, quanti stimoli e opere d’arte avrebbe fatto rivivere con il suo stile unico e esplicitamente pubblico, universale, per tutti?

Oggi, o meglio dall’11 settembre al 3 ottobre 2010 alla galleria Ex Roma Club Monti di Roma, a 20 anni dalla scomparsa di Haring, 20 artisti e 20 stili, linguaggi e punti di vista diversi, reinterpretano 20 opere dell’Artista dando vita al progetto “20 keiTH”.

Il progetto collettivo nato da un'idea dello street artist romano Omino71, partendo dalla vasta ed eclettica produzione dell'Artista statunitense, suddivisa in "segno”, "colore", "propaganda" e "performance", vedrà prendere vita opere inedite e originali che omaggeranno il passato rivolgendosi al futuro, raccogliendo fondi a favore dell'AISEA, Associazione Italiana per la Sindrome di Emiplegia Alternante.

20keiTH

Opere tanto diverse quanto gli artisti di 20keiTH: Marco Petrella, 999, Hogre, Sone, NoBrain, Alicè, AndyPopShop, Etnik, Halo Halo, Omino71, Roberto Goodman, Tommy The Pariah, Ufocinque, Vacon, Geometric Bang, Mr.Klevra, Br1, #, Urka, Jessica Stewart.

Le opere in mostra, ma anche memorabilia e oggetti da collezione riferiti a Haring, saranno accompagnati dalla presentazione di un catalogo in edizione limitata di 500 copie, con testi di Omino71, fotografie di Jessica Stewart e riproduzioni fotografiche delle opere di Keith Haring su licenza della Keith Haring Foundation e della Herb Ritts Foundation.

Durante il vernissage di sabato 11 settembre alle ore 19, gli artisti si prodigheranno in una originalissima performance collettiva di “body painting” sul pubblico, accompagnata dalla proiezione di foto a cura di RomePhotoBlog, memorabilia, videoproiezioni, selezioni musicali dal vivo e degustazione di vini a cura di Social Wine e RomaStreetFood.

Domenica 12 settembre il Circolo degli Artisti trasformato per una sera nel mitico Club57 di New York aprirà le porte a STICK MY POP (la cui deadline è stata spostata al 10 settembre), open party di 20keiTH e quarto appuntamento di Stick My World, tra International Sticker Show, Street & Pop Expo, live set, drink & food, di cui potete avere un assaggio nel video a seguire.

Ancora, in occasione dell’Ottobrata Monticiana che si aprirà l’8 ottobre per le vie del Rione Monti, gli artisti di “20keiTH” incontreranno una selezione di street artist romani in una sessione di live painting in piazza Madonna dei Monti.

Nell'attesa, a partire da oggi sul sito dell'evento saranno pubblicati i profili degli artisti partecipanti (2 artisti al giorno fino al 10 settembre) con alcune anticipazioni fotografiche, intanto questa piccola gallery offre un assaggio di 4 opere rappresentative della diverse categorie, tratte dal catalogo che sarà distribuito durante il vernissage e nei giorni successivi:

a) sezione "segno"

999, "Play", 2010, stencil su legno riciclato, 50x55 cm
rielaborazione di
Keith Haring, “Untitled (For James Ensor) 1 e 2”, 1989, acrilico su tela (dittico), 91x 193 cm

b) sezione "colore"

Alicè, “Mickey Me”, 2010, tecnica mista, 38x37 cm
rielaborazione di
Keith Haring, “Andy Mouse”, 1985, acrilico su tela, 84x84 cm

c) sezione "propaganda"

Ufocinque, “Ufo vs Haring”, 2010, stampa ATTACKIT su tela, 60x60 cm
rielaborazione di
Keith Haring, “Free South Africa”, 1985, poster

d) sezione "performance"

#, “Senza titolo”, 2010, acrilico su bicicletta, 100x175 cm
rielaborazione di
Keith Haring, “Untitled”, 1989, acrilico su bicicletta, 155x112 cm

  • shares
  • Mail