La settimana dei Municipi: è tempo di traslochi


Abbiamo scelto un concetto simbolico, quello del trasloco, per raccontare la settimana di risveglio politico del non ancora post-ferie nei Municipi di Roma: in alcuni il lavoro è già a regime, in altri l’atmosfera vacanziera la fa ancora da padrone, come è giusto che sia.

E mentre la città, pian piano, torna ai suoi ritmi frenetici, la notizia della settimana è sicuramente quella che riguarda Tor Bella Monaca, una frazione di Roma che ricade nel territorio di competenza del Municipio VIII.

Il sindaco Alemanno, come già in realtà l’attuale presidente Massimiliano Lorenzotti all’epoca della sua campagna elettorale, ha manifestato la volontà di abbattere il quartiere, in preda al degrado, e di far traslocare, appunto, i circa 40mila abitanti in case nuove, non più d’architettura a casermone, che siano riscattabili e non completamente pubbliche.

La dichiarazione, nonostante il periodo sonnolento, ha causato un vespaio di polemiche e reazioni, come quella del comitato di quartiere presieduto da Vincenzo Pampinella. Il primo nodo da sciogliere, secondo lui, è sicuramente la destinazione dei residenti: “Frosinone? Fiumicino?”, si chiede.

Il comitato, inoltre, rifiuta la fotografia degradata dell’area che autorità e media stanno dando in questi giorni e rivendica i fiori all’occhiello di questo territorio, come gli spazi verdi, le strade ampie, l’eccellenza del liceo Arnaldi, un teatro e una chiesa, ipotizzando che dietro alla ‘sparata’ ci siano gli interessi dell’università Tor Vergata, che ha bisogno di locali, e di chi vuole realizzare qui una zona residenziale con tanto di villini.

Il trasloco dei rom che abitavano il campo Casilino 900 ha fatto nascere diversi insediamenti irregolari in varie zone della città, come quello sotto al viadotto della Magliana che in questi giorni ha denunciato il minisindaco del Municipio XV, Gianni Paris e che si va ad aggiungere al ben noto campo abusivo di via Marchetti, nello stesso territorio, che probabilmente non sarà smantellato prima del 2011.

Questo nuovo, però, si trova sull’accesso alla via del Mare, verso la rampa che porta a Fiumicino, a ridosso della pista ciclabile, e si possono ammirare dall’alto camere da letto, barbecue e salotti all’aperto con vista su cumuli di spazzatura che chiunque passi di lì, romano o turista, potrà apprezzare.

Lunedì, è stato dato l’annuncio, inizieranno i lavori di manutenzione straordinaria presso il centro anziani Farnesina nel Municipio XX: al riguardo sono stati stanziati 60mila euro per l’impiantistica e la rimozione di amianto, la messa in sicurezza della struttura e altri interventi di natura igienico-sanitaria. Almeno i vecchietti non dovranno traslocare.

E non dovranno traslocare neppure gli studenti delle 50 scuole nel territorio del Municipio XI, che alla ripresa delle lezioni, tra qualche giorno, avranno una bella sorpresa: sedie, banchi e armadi nuovi di zecca, acquistati grazie a un finanziamento di 50mila euro destinato agli arredi scolastici. Speriamo non si diano immediatamente da fare per imbrattarli.

Troveranno casa, o meglio, posto, anche 469 bambini: tanti sono, infatti, quelli che potranno essere ospitati nei 6 nuovi asili nido dati in concessione dal Comune ai privati a partire da dicembre. Nel dettaglio, saranno: quello in via di Valcannuta nel Municipio XVIII, in via di Selva Nera nel Municipio XIX, in via Flora nel Municipio V, Torrino 1 e Torrino 2 nel XII e in via Newton nel XVI.

Sloggerà, invece, la vegetazione incolta, lasciata all’incuria per due anni e mezzo, che oscurava la splendida vista del Gianicolo, Municipio I, e che finalmente, annuncia il Comune, dopo le potature sarà restituita ai romani.

L’ex presidente del Municipio, Giuseppe Lobefaro, oggi consigliere provinciale del Pd, chiede che ai cittadini sia restituita per intero anche la grande piazza con la statua di Garibaldi, ultimamente occupata da locali all’aperto autorizzati nell’ambito delle iniziative estive, ma anche da ambulanti abusivi.

Non riescono ancora a trasferirsi nella nuova sede di Piazza Sempione, a quanto pare tre piani sono già pronti, dotati di elettricità, linee telefoniche e impianti di condizionamento, i dipendenti del Municipio IV, costretti a lavorare tra polvere, rumore e calcinacci nella sede di via Monte Rocchetta, dove sono in corso i lavori.

Il territorio, però, è molto sensibile al tema degli sfollati: il presidente Cristiano Bonelli ha messo a disposizione il sito istituzionale per dare visibilità all’iniziativa di raccolta fondi in favore delle popolazioni del Pakistan colpite dalle inondazioni organizzata dall’ambasciata in Italia del Paese asiatico.

Sempre il minisindaco, poi, ha lodato il Commissariato di Fidene-Serpentara per l’intervento richiesto e immediatamente eseguito contro la prostituzione lungo il tratto del Raccordo anulare di competenza; mentre si dice preoccupato per i disagi che i lavori della metro B1 comporteranno alla popolazione locale.

A questo proposito a breve incontrerà l’assessore comunale alla Mobilità, Sergio Marchi, per chiedere delucidazioni sul progetto di piazza Conca d’Oro: tempi di consegna, posti auto pubblici e ponte pedonale che dovrà unire il quartiere Sacco Pastore-le Vallette alla futura fermata Conca d’Oro.

Particolare preoccupazione sul traffico e le ripercussioni sulla viabilità da parte dei cantieri, saranno espresse da Bonelli a Marchi in merito ad arterie quali viale Tirreno, piazza Capri, viale Ionio, via Scarpanto e via delle Isole Curzolane.

Concludiamo con la notizia di due interessanti appuntamenti: da lunedì scorso e fino all’8 di settembre, la splendida cornice verde di Villa Carpegna, nel Municipio XVIII, sarà allietata dal festival jazz ‘Odio l’estate’: un evento di respiro internazionale, che spazia dalle produzioni originali italiane e americane alla canzone d’autore, fino alla musica tradizionale popolare. Inoltre, l’istituzione Biblioteche di Roma, con i suoi book appetizer, presenterà le ultime novità editoriali.

Infine a Palazzo Velli in Trastevere, Municipio I, la Cna di Roma organizza l’ ‘Estate artigiana’: un modo per riscoprire la produzione artigianale artistica e alimentare del territorio romano, dalla ceramica e la bigiotteria, fino alla porchetta, agli oli e ai vini. L’appuntamento è gratuito dalle 18 alle 24 da ieri sera e fino al 12 settembre.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail