Una settimana alla fine dei saldi estivi a Roma: sconti fino al 70% per combattere la crisi

Saldi Estivi 2010

Il calo non deve essere stato poi così 'lieve' se, a una settimana dalla fine dei saldi estivi, molti anzi moltissimi esercenti stanno precipitosamente correndo ai ripari. La spesa complessiva per famiglia era prevista attorno ai 250 euro eppure di merce sugli scaffali pare ne sia rimasta ancora parecchia.

Almeno così sembra perché chi scrive, durante una breve ma intensa sessione di shopping dell'ultim'ora, ha visto le grandi catene quasi depredate, mentre i piccoli negozi esponevano un gran numero di prodotti invenduti. Una disparità evidente, frutto forse di strategie poco intelligenti o -come sostengono molti negozianti- delle date di inizio e fine stabilite senza consultare le varie parti in causa.

Via ai 'super-sconti' quindi, con ribassi fino al 70% e formule che vanno dal 50% sul prezzo del prodotto che costa meno (quando se ne acquista più di uno) fino al famigerato miraggio del tre per due. Nessun calo invece nel settore dei beni di lusso. Una garanzia dell'economia italiana: chi ha soldi da spendere in prodotti di alta qualità, acquista volentieri beneficiando anche di piccoli sconti.

I questionari distribuiti lo scorso 15 luglio dalla Federabbigliamento sono stati raccolti giovedì 5 agosto. Agli iscritti veniva chiesto di esprimere un parere proprio sulla questione legata all’avvio dei saldi. Vedremo se e come cambieranno le cose per chi vende, ma -soprattutto- per chi acquista e magari riesce a far compere solo nel periodo dei ribassi.

  • shares
  • Mail