L'effetto Papa Francesco sul turismo romano. Tour cattolici a Roma

Papa Francesco ha “infiammato” il turismo a Roma, dandogli una bella scossa. Del fatto si sono “accorti” in questi giorni i più autorevoli giornali stranieri.

Ci voleva un papa per risollevare il turismo romano? Probabilmente sì, a sentire i titoli e gli articoli dei più autorevoli giornali stranieri che dedicano spazio all'argomento in questa settimana.

Nella Capitale infatti, c'è stato un incremento dei visitatori stranieri di oltre il 6 per cento quest'anno. Ma il dato, se riferito ai soli visitatori che provengono dall'America Latina (viste le origini di Bergoglio) salgono al 20 per cento.

Ma ancora più eclatante il dato riguardante chi proviene dall'Argentina, terra natale del Pontefice – arrivano a toccare addirittura un incremento del 66 per cento, come riporta il Washington post.

Non sembra tuttavia che il fatto abbia un impatto così forte da un punto di vista economico, visto che i turisti latinoamericani in media spendono meno rispetto a quelli provenienti da altre parti del mondo. Scelgono ad esempio, come riporta il Telegraph, hotel più economici e in genere soggiornano nei dintorni della Capitale.

La notizia dà spunto poi a diverse altre testate per proporre dei giri turistici su “misura” per famiglie cattoliche che colgano l'occasione di visitare Roma proprio per vedere dal vivo il pontefice.

Ad esempio il Daily mail propone un giro in bicicletta per tutti a Villa Borghese, il 4D Time elevator (che piace ai più piccoli) oltre a una visita alla Cappella sistina. Tour piuttosto tradizionale, ma il turismo “cattolico” della Capitale sembra diventare sempre più una moda. Almeno fra i fedeli Doc. Ne riparleremo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: