Il Terminal Gianicolo: 50 milioni di euro sprecati?

Terminal Gianicolo

Fu costruito in occasione del Giubileo, per raggiungere rapidamente la Basilica di San Pietro, l’ospedale Bambino Gesù, il Gianicolo e via Gregorio VII (ci sono anche i capolinea dei bus elettrici 115, 116 e 116T che arrivano in Centro). Il Terminal Gianicolo può ospitare 700 posti auto e 94 stalli per la lunga sosta dei bus turistici: peccato che il parcheggio sia sempre semivuoto e non giustifichi l'enorme spesa di 50 milioni di euro.

Novanta miliardi di lire: questa è la cifra che venne stanziata dalla Santa Sede (proprietaria del Terminal), con una partecipazione dello Stato che investì quasi la metà del denaro: 40 miliardi di lire. Forse anche per rientrare di una simile spesa, le tariffe per i pullman diventarono subito proibitive: 34 euro per un’ora, oltre 100 per una intera giornata.

Tariffe che sono state rese più abbordabili solo da pochi giorni: una spesa unica di 25 euro, comprensiva di carico e scarico passeggeri e parcheggio per l’intera giornata (oltre al pranzo a 5 euro per i conducenti presso il ristorante del Terminal). Vantaggi che faticheranno a cancellare la cattiva fama e gli anni di mala gestione, anche perché molti conducenti ignorano -ovviamente- la novità.

Le cose non vanno meglio per gli automobilisti: si spendono 1.50 euro l’ora per le prime 4 ore: 50 centesimi in più delle normali strisce blu. In abbonamento per 3 giorni il costo è di 70 euro, 230 euro per un mese e 2500 euro per un anno intero. Cifre ridotte rispetto a un qualsiasi parcheggio privato, ma comunque poco allettanti per un'utenza occasionale.

L'altro problema che affligge da sempre il terminal è la viabilità circostante. Per raggiungere via della Conciliazione ad esempio, bisogna arrivare sul lungotevere e fare inversione di marcia su Ponte Mazzini, un'area notoriamente molto congestionata. Una struttura importante, che faciliterebbe non poco la mobilità della zona, ridurrebbe il traffico e -vista la qualità della realizzazione- potrebbe costituire una piacevole 'anticamera' per i turisti. A patto di farla funzionare in modo vantaggioso per tutti.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: