La settimana dei Municipi. Scuole pericolanti, mai aperte e...derattizzate

Nella settimana dei Municipi capitolini, scegliamo di segnalarvi questa volta denunce su scuole mai aperte, invase dai ratti e a rischio sismico.

Nel territorio di Roma e provincia sono 114 gli edifici scolastici che pur trovandosi in zone a rischio sismico, non sono adeguati alle norme. Lo rivela in questa settimana un dossier Cresme-Cna. E noi proprio partendo da questa notizia, questa settimana abbiamo deciso di dedicare la nostra rubrica proprio alle segnalazioni sullo stato di alcune scuole dei quartieri della Capitale.

Ama ad esempio comunica che fino all’8 novembre sono in programma 56 interventi, dentro e fuori gli edifici scolastici, per derattizzazione. Un problema vecchio, per molte scuole della Capitale.

Questa prima tranche di 82 operazioni topicide complessive, programmate in trenta giorni sulla base delle richieste pervenute, riguarda 28 scuole presenti nei municipi I, III (ex IV), VII (ex IX e X), VIII (ex XI), XI (ex XV) e XVI (ex XII).

Interventi sono stati già effettuati presso la Scuola per l’infanzia Vittorio Bachelet, nel Municipio VII (ex IX e X) e comunque dal 9 ottobre scorso ad oggi, spiega Ama SI (la società del gruppo Ama che si occupa di disinfestazioni), sono stati effettuati 26 interventi analoghi presso scuole (nidi, materne, elementari, medie e istituti comprensivi).

Ma ci sono anche scuole quasi “pronte” che gridano “vendetta”, come quelle segnalate da Marco Campitelli, esponente de La Destra nel Municipio XI, facendo seguito all’appello della CGIL rivolto al sindaco Marino sulle strutture pubbliche pronte ma non attivate da Roma Capitale.

A Ponte Galeria e a Muratella ci sono scuole quasi pronte, basterebbe attivare pochi fondi per concluderle, arredarle e inserire le educatrici e avremmo dato una risposta concreta e fondamentale a quanto le famiglie ci chiedono oggi sul nostro territorio – segnala Campitelli - La scuola di Via Allievi a Ponte Galeria è stata realizzata a costo zero da un privato e ancora deve passare in patrimonio pubblico per questioni meramente burocratiche, ma è pressoché conclusa. Il Polo per l’Infanzia di Muratella attende di essere concluso da quasi dieci anni, è uno scheletro su cui sono stati spesi soldi pubblici e che grida vendetta”.

Chiudiamo per ora il capitolo Scuola, e segnaliamo che proteste vengono invece da alcuni consiglieri per il cantiere di Via Alò Giovannoli in Municipio V, “considerato che dopo dodici anni la politica e l’Amministrazione non sono riusciti a risolvere nulla”, dichiarano in una nota congiunta Francesco Corsi, già consigliere del Municipio V, e Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio.

“Occorre a questo punto che siano i magistrati a far luce sulla vicenda e a mettere un punto sul rimbalzo di competenze che appare sempre più come un mix di incapacità, mancanza di controlli, superficialità, connivenze e atti d'obbligo strampalati”, spiegano.

Denuncia anche per quanto riguarda una incresciosa situazione di degrado nel Municipio XII, Monteverde. "Ponte Bianco è in una condizione di degrado e di noncuranza da far spavento – segnala infatti Marco Giudici, consigliere e presidente della commissione trasparenza del Municipio XII di Roma Capitale -. Uno dei luoghi simbolo di Monteverde, nei pressi di piazzale Dunant, in un interstizio al di là del muretto d'argine nasconde l'immondizia accumulata per anni. Insomma, nel cuore di Roma c'è una vera e propria discarica a cielo aperto".

Chiudiamo con una notizia lieta. Sono stati infatti diramati i nomi dei vincitori dell'edizione 2013 del Premio Baiocco, assegnato a chi vive o lavora nell’ambito della realtà territoriale del Municipio XV e che si sono distinte con il loro impegno.

Come comunicano gli organizzatori, sono undici stavolta i premiati: al pugile Vincenzo Cantatore viene assegnato il premio per le discipline sportive, al Teatro Patologico quello per l'impegno sociale, al musicista Lino Patruno quello per le arti musicali, al fisico e consulente cartografico Tullio Aebischer quello per le discipline scientifiche.

E ancora: all'artista Natino Chirico il “Baiocco” per le arti figurative, al conduttore televisivo Tiberio Timperi quello per le attività professionali, alla casa editrice “Minimum fax” quello per le discipline letterarie e al meccanico Mario Benedetti quello per le attività professionali. Inoltre, “Baiocco” speciale al rapper Tahjack Tikaz, miglior artista straniero, “Baiocco” esclusivo alla memoria dello scrittore Riccardo Pazzaglia e onorificenza speciale alla carriera artistica per Renato Mambor.

  • shares
  • Mail