Il Cipe stacca l'assegno: altri 790 milioni per il tratto San Giovanni-Colosseo della metro C di Roma


La metro C avanza: non corre ancora sui binari ma incassa un nuovo assegno del Cipe, di 790 milioni, per la realizzazione del tratto San Giovanni-Colosseo, che dovrebbe aprire nel 2016.

Ad annunciarlo sono stati il sindaco di Roma, Gianni Alemanno e l'assessore alla Mobilità, Sergio Marchi. "Il Pre-Cipe ha confermato i finanziamenti per la tratta San Giovanni-Colosseo della linea C- ha detto quest'ultimo- Si tratta di 790 milioni complessivi di cui 554 da parte dello Stato, 142 confermati dal Comune e 95 dalla Regione. Mancavano 84 milioni da parte del Governo che il ministro Matteoli ha però confermato. Il Cipe ci sarà giovedì ed in quella data sarà ufficializzata l'erogazione".

Questa nuova tratta di linea C fa parte del più ampio tratto San Giovanni-Clodio, capolinea dove i treni arriveranno nel 2018 salvo di non riuscire per quella data a spostare l'ultima fermata all'Auditorium, il cui finanziamento è stato stanziato per intero ma ancora non del tutto erogato. Questo significa che, nei prossimi mesi, il Cipe si potrebbe riunire nuovamente per staccare l'ultimo assegno: quello per il delicato tratto tra Colosseo e Clodio. In quell'occasione, in base alla somma che verrà erogata, si capirà meglio e definitivamente il destino della fermata Chiesa nuova, oggi a rischio per i costi eccessivi legati alle difficoltà archeologiche. Nel 2013 aprirà il tratto Pantano-San Giovanni.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: