Mostra interattiva dello “sbadiglio”

locandina della mostraL’Adnkronos Cultura segnala un’installazione interattiva curiosa e stravagante presso l’università La Sapienza: ''Interazione Inversa'' di Richard Journo.

Non sono un’esperta di istallazioni interattive anche perché a Roma è difficile trovarle. I più noti sono gli artisti milanesi del gruppo Studio Azzurro, che realizzano dalla metà degli anni ’80 mostre di videoarte chiamate appunto videoistallazioni.

Quella presentata al Laboratorio di Arte Contemporanea de La Sapienza è una mostra che non usa l’elettronica o il digitale, ma uno dei comportamenti più naturali e quasi involontari dell’essere umano: lo sbadiglio.

Si fa leva sulla partecipazione del pubblico, che sbadigliando provoca reazioni a catena nell’opera. L’obiettivo è superare e contestare i caratteri estetici tradizionali e una parte dell’arte diventata ormai solo superficie, involucro.

I codici che appaiono su uno schermo al momento dello sbadiglio rappresentano un linguaggio criptato che può essere interpretato solo con la lettura delle tavole esposte al piano inferiore della mostra. L’istallazione è perciò volutamente insolita e fuori dai tradizionali canoni artistici, e per questo vale una visita.

Molti portali d’arte e cultura, come exibart o teknemedia descrivono più dettagliatamente l’evento.
L’inaugurazione è prevista per giovedì 11 gennaio alle 18,30 presso il Mlac, il Museo Laboratorio di Arte Contemporanea dell'Università' di Roma ''La Sapienza'', Piazzale Aldo Moro 5.

La mostra è del tutto gratuita e rimarrà visitabile fino alla fine del mese di gennaio.

  • shares
  • Mail