Gita fuori porta: a Tivoli la Festa di Santa Sinforosa e la sagra delli ghiozzi


Weekend goloso a Tivoli, dove si svolgerà, a partire da stasera, la quarta edizione della Festa di Santa Sinforosa e, parallelamente, la Sagra delli ghiozzi: una pasta all’uovo tipica di queste parti, che viene lavorata a mano e sprigiona tutto il suo sapore con sughi elaborati. Alla sagra li troverete conditi all’arrabbiata.

E non temete di rimanere a bocca asciutta: a partire dalle 18 panini con salsiccia, arrosticini di pecora e patatine fritte potranno soddisfare piccoli appetiti e fami smodate. La sera poi, si digerisce ballando insieme, tutte le generazioni: oggi liscio e latinoamericano, domani revival anni Sessanta e domenica salsa. In più, cabaret, giochi, lotteria a premi e fuochi d’artificio.

Tutto questo e molto altro per una kermesse che coniuga il sacro e il profano. Eh sì, perché non dimentichiamoci che si festeggia Santa Sinforosa, la madre di 7 figli che preferì essere martirizzata insieme con loro piuttosto che cedere alla richiesta dell’imperatore Adriano di compiere riti pagani.

Sagra e festa a parte, una gita a Tivoli fa sempre piacere. La cittadina in sé, la Tibur di virgiliana memoria, è molto carina: spicca la mole della Rocca Pia, una fortezza del XV secolo costruita per mettere fine agli eterni conflitti tra guelfi e ghibellini prima e tra le famiglie bene dei Colonna e degli Orsini poi.

Un po’ fuori dall’abitato si trovano due gioielli della storia e dell’architettura: Villa Adriana e Villa D’Este. Villa Adriana fu costruita dall’imperatore Adriano in 20 anni, tra il 118 e il 138 d.C. È un insieme di costruzioni monumentali, vie, specchi d'acqua, terme, biblioteche, teatri, templi che l'imperatore ‘copiò’ da quelli visti nei suoi numerosi viaggi nelle province dell'impero e che riprodusse su quest’area estesa circa 300 ettari.

Questo fine settimana, inoltre, siete ancora in tempo per godervela appieno illuminata dalla luce della luna e degli splendidi spettacoli della rassegna annuale Festival Internazionale di Villa Adriana, che ogni anno allestisce piéce teatrali nella zona delle Grandi terme, riconosciute dall’Unesco patrimonio dell’umanità.

Capolavoro del giardino all’italiana e unica con i suoi divertenti giochi d’acqua, invece, Villa D’Este ricalca i più preziosi giardini manieristi e barocchi d’Europa. Le imponenti costruzioni e le terrazze fanno pensare ai giardini pensili di Babilonia, una delle meraviglie del mondo antico, mentre l’adduzione delle acque, con un acquedotto e un traforo sotto la città, rievoca la sapienza ingegneristica dei romani.

Foto | Flickr

Tivoli
Villa Adriana
Villa D'Este

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: