La settimana dei Municipi: la qualità (si) paga

Dal campo Testaccio al mercato di turno, da chi affoga nella spazzatura e chi abusa edilizialmente indisturbato

Riqualificazione sì, ma d’eccellenza: questo sembra essere il paradigma di molte decisioni in discussione (e alcune ancora da prendere) nei vari Municipi di Roma. Alcune questioni sono novità, altre si ripropongono da anni: è il caso di campo Testaccio, Municipio I, vero e proprio monumento giallorosso di cui – diciamolo – nessuno sa cosa fare. In teoria sarebbe stato dato in concessione alla squadra dilettantistica di calcio che prende il nome dal rione, ma avrebbe bisogno di qualche lavoretto (per usare un eufemismo) eppure c’è una serie infinita di cavilli burocratici che da anni blocca la partenza del cantiere, lasciando la struttura nell’incuria più totale.

Contro l’abusivismo edilizio è particolarmente attivo il Municipio VIII, che considera il Parco dell’Appia Antica il proprio “sorvegliato speciale”. Nell’occhio del ciclone è il civico 181, dove pare siano stati fatti lavori di aumento cubatura per oltre 400 metri, è stato addirittura chiuso un terrazzo e ampliato un portico, posti due fabbricati e allargata la piscina, dotata addirittura di un’inquietante cascata artificiale in perfetto stile (kitsch) hollywoodiano. E la natura, secondo voi, si può riqualificare? Certo si può migliorare la sua qualità di vita, che migliora anche la nostra: grazie alla collaborazione con il Municipio II, al Bioparco di Roma è nata l’area didattica “A tu per tu con la natura” dedicata ai più piccoli e a cura dello staff zoologico. Qui i bambini – all’inaugurazione erano un centinaio, provenienti dalle periferie – potranno osservare e comprendere da vicino alcune specie animali dalle quali normalmente non sarebbero attratti, e capirne il valore all’interno della biosfera.

Per la riqualificazione e la gestione delle aree verdi cittadine di sua competenza, il Municipio V ha deciso di affidarsi a privati, decisione che consente un discreto risparmio economico e un migliore servizio offerto. A proposito di aree verdi: a Villa Sciarra, storico parco di Monteverde nel Municipio XII, nottetempo sono state trafugate le anime in metallo delle altalene! A cosa servono, vi state chiedendo? Il furto sembra rientrare nella consueta depredazione di ferro e rame che avviene quotidianamente in città. Riqualificazione dall’affollamento di spazzatura la chiede il Municipio XIII per la zona di Casalotti: evidentemente la chiusura (senza sostituzione) di Malagrotta qualche conseguenza l’ha avuta…

E mentre nel Municipio XV c’è un tira e molla sulla questione della rimozione dei container di cemento e amianto dalla scuola di Osteria Nuova, nel Municipio XIII si discute ancora della sorte del mercato di piazza Borgoncini Duca sulla strada che conduce dal quartiere Aurelio a San Pietro. Queste le ipotesi sul tavolo: riqualificare senza spostare, oppure spostare le bancarelle verso il parcheggio di largo Micara e consequenzialmente risistemare la piazza. Chissà come finirà.

Intanto qualche bella novità: da qualche giorno i cittadini che lavorano nel Municipio IX, all’Eur, potranno sperimentare la consegna a domicilio sul posto di lavoro (senza costi aggiuntivi) della spesa ordinata on line. Ciò avverrà attraverso macchine elettriche, quindi si tratta di un’operazione a impatto zero. Il Municipio X, invece, ha organizzato per le domeniche di questo mese l’iniziativa “Ottobre al mare” che consente di trasportare gratuitamente le biciclette a Ostia occupando un posto nei primi tre vagoni degli appositi trenini, ma solo nelle giornate di domenica. Una volta arrivati sul litorale, via alle passeggiate in sicurezza perché buona parte del lungomare è stata chiusa al traffico. Infine, il Municipio XV ha avviato un corso di formazione gratuito per imparare a gestire al meglio i centri sociali per anziani presenti sul territorio.

Foto | Andrea Parisse

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: