La settimana dei Municipi: quando il cittadino non va in vacanza


L’impegno delle municipalità capitoline questa settimana si è concentrato completamente su attività tipicamente estive e su iniziative volte a tutelare i cittadini che, non potendo partire per le vacanze, resteranno in città.

Si è cominciato, a dire il vero, con un evento dedicato a cittadini un po’ particolari: i cani. Il Municipio II è stato, infatti, tra gli enti che hanno patrocinato l’Esposizione internazionale canina, Trofeo Royal Canin, che lo scorso weekend ha fatto ‘abbaiare’ il Parco dei daini a Villa Borghese. Parte dell’iniziativa è consistita in una campagna di sensibilizzazione contro l’abbandono degli amici a quattro zampe ora che si entra nel vivo delle partenze vacanziere.

Sempre il Municipio II, questa settimana, ha dato vita a un’altra campagna molto agguerrita: quella contro i cartelloni abusivi. I militanti del Pd sono scesi in strada e hanno applicato stencil con la scritta ‘abusivo’ su manifesti di vario genere. Un gesto certamente non originale, ma purtroppo doveroso anche d’estate.

Spostiamoci nel centro storico, con un’altra singolare azione dimostrativa del Partito democratico: con tavoli, sedie e piatti di spaghetti è stata occupata l’area di Fontana di Trevi, nel Municipio I, per protestare contro l’arcinoto fenomeno del tavolino selvaggio, ormai dilagante anche al di là del centro. La richiesta è quella di borchie e strisce blu che delimitino lo spazio autorizzato.

Altra richiesta inerente al territorio del Municipio I, riguarda la tutela di Via del Corso, ormai in preda al traffico intenso, allo smog e al rumore. A sollevare il problema è l’ex governatore del centro e ora consigliere provinciale Pd, Giuseppe Lobefaro.

Brutte notizie anche per chi ha scelto le vacanze in auto: l’idea di far pagare un pedaggio autostradale anche sulla Roma-Fiumicino ha mandato su tutte le furie gli amministratori del Municipio XV, che si ergono in difesa dei pendolari e controbattono alla proposta denunciando un inevitabile aggravamento del traffico nell’area, già congestionato a causa della mancata realizzazione del Ponte dei Congressi sul Tevere.

Continua, inoltre, il tira e molla del Municipio XV con il Campidoglio: il minisindaco Paris denuncia, per quest’anno, una riduzione di fondi del 6.8%, pari a 744mila euro e afferma che i dati contrari forniti in merito sono stati gonfiati con cifre che il Municipio avrebbe già dovuto ottenere in passato dalla Regione Lazio in quanto vincitore di una serie di bandi specifici.

Altro tema tipicamente estivo è quello della prevenzione degli incendi boschivi: nel Parco della Cellulosa a Casalotti (Municipio XVIII), i volontari del circolo e di Legambiente hanno dato vita all’ottava edizione di ‘Non scherzate con il fuoco 2010’, un’iniziativa per imparare a evitare e prevenire eventuali focolai estivi.

Ma vacanza è anche rigenerazione dello spirito, oltre che del corpo: nel quartiere Infernetto (Municipio XIII), è stata posta la prima pietra della futura parrocchia di San Tommaso, che verrà costruita in 18 mesi. All’interno della pietra sono stati inseriti un foglio del calendario vaticano con la data dell’inizio della costruzione, una pietra del vecchio edificio, alcune monete in corso e una pergamena con dedica. I locali della vecchia chiesa saranno adibiti a biblioteca e presidio sanitario.

E siamo così giunti fino al mare. Quale quartiere è più vacanziero di Ostia? Proprio qui, nel Municipio XIII, l’altro giorno è stato inaugurato il pontile dopo i lavori di restauro, durati oltre nove mesi e costati quasi tre milioni di euro. La struttura, nata in legno nel 1923, è solo la prima a essere riqualificata nell’ampio progetto che comprende tutto il litorale.

Ma Roma pensa anche ai quei cittadini che non andranno in vacanza per tutta l’estate, in primis gli anziani. A Villa Borghese è stata inaugurata la rassegna ‘Nonni d’estate’: una serie di spettacoli d’intrattenimento che si terranno in vari parchi cittadini dislocati nei diversi Municipi. A disposizione anche la postazione ‘Pronto Nonno’ che dispenserà utili consigli per combattere il gran caldo.

Pensa ai cittadini più grandi anche il Municipio IV, che anche quest’estate ha organizzato la distribuzione di acqua nelle sue sedi istituzionali, messe a disposizione di chi ha bisogno e qui può trovare il refrigerio dell’aria condizionata per difendersi dalla calura estiva.

Scuole aperte con attività ludico-didattiche, invece, per oltre 5000 bambini romani che risiedono in vari Municipi e che potranno divertirsi in maniera istruttiva anche durante le vacanze, insieme con i loro coetanei, grazie al progetto attuato in 54 istituti e rivolto ai ragazzi da 3 a 11 anni. Ci si occuperà, in particolare, della scoperta della città e della tradizione romanesca.

E si pensa anche ai giovani: nelle Urp dei Municipi a breve sarà distribuita gratuitamente ‘Enter’, la nuova guida stampata in 25mila copie per l’orientamento al lavoro dei ragazzi dai 15 ai 18 anni. Ci saranno informazioni sui corsi professionali gratuiti, gli indirizzi dei principali centri di formazione, istruzioni su come si compila un curriculum e suggerimenti concreti per inserirsi nel mondo del lavoro.

Roma considera cittadini anche i Rom che la abitano: finalmente sono state decise le tre aree, sulle quali però si mantiene ancora il massimo riserbo (si sa soltanto che saranno in periferia e lontani dalle case), in cui verranno edificati i nuovi campi nomadi. Oltre a questi, si prevede l’ampliamento di quello della Barbuta, nel Municipio X, che accoglierà 200 persone oltre alle 480 che già ci vivono.

Sono proprio i cittadini, quelli del Municipio VI, guidati da Giunta e Consiglio municipale, che si sono rimboccati le maniche in prima persona e si sono dati da fare per ripulire dall’erba alta e dall’accumulo di rifiuti il Parco Giordano Sangalli. L’azione dimostrativa era una protesta rivolta contro l’abbandono dell’area da parte del Comune.

Infine, il pensiero delle ex circoscrizioni è andato a due cittadini che non ci sono più: nel Municipio VI, al Quadraro, è stato intitolato un campetto polifunzionale alla memoria di Niccolò Blois, il tredicenne morto un paio d’anni fa colpito da un albero durante un temporale. A Torrevecchia, nel Municipio XVIII, invece, una via sarà intitolata a Benedetta Ciaccia, ricercatrice romana morta cinque anni fa nell’attacco terroristico alla metropolitana di Londra.

  • shares
  • Mail